Qual è la Magna Carta?

La Magna Carta Libertatum era un accordo tra il re Giovanni d'Inghilterra e un gruppo di baroni ribelli. L'Arcivescovo di Canterbury redasse la Carta il 15 giugno 1215 a Runnymede, vicino a Windsor, per fare pace tra le due parti. La carta prometteva di proteggere i diritti della chiesa, di proteggere i baroni dall'il carcere illegale, l'accesso alla giustizia istantanea e di fissare i limiti del pagamento feudale alla corona. Papa Innocenzo III finalmente concluse la carta e in seguito portò alla prima guerra dei baroni.

Perché è stata pubblicata la Magna Carta?

Nel 1204 il re Giovanni perse il ducato di Normandia dal re di Francia Filippo II e si imbarcò immediatamente in una lunga e costosa guerra per riconquistare il ducato. La spinta a recuperare il ducato portò allo sfruttamento estremo dell'Inghilterra per riempire il baule del re.

Alcune delle misure prese da John per raccogliere fondi per la guerra erano:

  • Applicazione rigorosa delle leggi forestali per raccogliere più multe.
  • Elevate tasse sugli ebrei (che consideravano proprietà della corona)
  • Imposta del 13% su tutti nel 1207
  • Confisca delle proprietà e delle entrate della chiesa
  • La rivolta dei baroni

    Mentre le misure di King John per aumentare le entrate lo rendevano impopolare con la popolazione generale, fu la sua manipolazione di baroni che portò alla ribellione e alla fine alla Magna Carta. I suoi predecessori avevano raccolto fondi dalla nobiltà con successo, ma King John li aveva spinti troppo lontano. Il re Giovanni manifestò estremi sospetti sulle intenzioni dei baroni ed era geloso del loro potere. Alcune delle misure che hanno indignato i baroni sono state:

  • Assunzione di figli come ostaggi per garantire la lealtà
  • tasse esorbitanti per la buona volontà del re
  • tasse elevate per gli eredi come tasse di successione
  • Il comportamento del re inasprì il suo rapporto con il barone e gli affari andarono alla testa quando perse contro il re Filippo di Francia a Bouvines nel 1214. Con la sua reputazione rovinata e le sue finanze nel caos a causa del costo di una guerra durata dieci anni, i baroni si ribellarono apertamente. Re Giovanni si rese conto che la sua posizione era insostenibile e si riconciliò con il papa, ripagando parte delle entrate confiscate e ripristinando le proprietà della chiesa che si era appropriato.

    La scrittura della Magna Carta

    Come parte del suo accordo con il papa, re Giovanni divenne un vassallo papale e accettò Stephen Langton come capo della chiesa cattolica in Inghilterra. Stephen Langton, arcivescovo di Canterbury, divenne quindi l'uomo clericale più famoso d'Inghilterra e divenne il punto di riferimento per i negoziati tra il re ei baroni ribelli. Ha redatto la Magna Carta stabilendo le responsabilità e i privilegi del re. La carta prometteva di proteggere i baroni dall'arresto illegale, dalle limitazioni sui pagamenti di scutage al posto del servizio militare e dall'accesso alla giustizia. Re Giovanni appose il suo sigillo e emanò la carta della Magna il 15 giugno 1215.

    Persistenza della Magna Carta

    La Magna Carta divenne parte della vita politica in Inghilterra e fu naturalmente rinnovata da ogni monarca successivo, e col passare del tempo il Parlamento in Inghilterra emanò nuove leggi, facendo quindi perdere alla Magna Carta alcuni dei suoi aspetti pratici. Entro la fine del 16 ° secolo, ci fu una rinascita di interesse per la Magna Carta. Storici e giuristi di quel tempo osservarono la vecchia legge inglese che risaliva agli albori dell'Anglosassone che proteggeva le libertà individuali. Gli argomenti erano che l'invasione dei Normanni nel 1066 aveva spodestato questi diritti e che la popolarità della Magna Carta aveva tentato di ristabilire gli stessi diritti, e reso la Magna Carta un sostegno fondamentale dei poteri legislativi contemporanei e dottrine legali come l' Habeas Corpus . Anche se il racconto storico è imperfetto, giuristi come Edward Coke utilizzarono ampiamente la Magna Carta nel 17 ° secolo contestando il diritto divino dei re esposto dal monarca Stuart. Sebbene Carlo I e Giacomo abbia cercato di sottomettere la discussione sulla Magna Carta, non hanno avuto successo fino alla guerra civile inglese del 1640 e la successiva esecuzione di Charles ha limitato la questione.

    800 ° anniversario della Magna Carta

    Il 15 giugno 2015 diverse organizzazioni e istituzioni hanno segnato l'800 ° anniversario della Magna Carta originale. La British Library ha organizzato una mostra speciale nel febbraio 2015 che ha riunito le quattro copie dei manoscritti del 1215. Cornelia Parker, artista britannica, è stata incaricata di creare una nuova opera d'arte esposta nella British Library tra maggio e luglio del 2015 e denominata Magna Carta the Embroidery. Alla cerimonia di commemorazione, il 15 giugno 2015, hanno partecipato i dignitari americani e britannici e si è tenuta a Runnymede nel parco del National Trust.

    Perché la Magna Carta è importante?

    Quando la Carta fu emanata nel 1215, fu preteso di sanare la spaccatura nel regno inglese tra il sovrano (re Giovanni) ei suoi baroni. Nessuna delle due parti ha vissuto fino ad essa, e la pace è stata di breve durata. L'enigma politico della Magna Carta e il suo ruolo nel proteggere le antiche libertà civili continuarono anche dopo la gloriosa rivoluzione nel 1688 e persistettero nel XIX secolo. La Grande Carta fu la prima garanzia in assoluto delle libertà civili e la più antica limitazione legale conosciuta sull'uso arbitrario del potere. La Magna Carta ebbe un effetto profondo e influenzò le prime colonie americane e la costituzione della costituzione americana nel 1787, che divenne il supremo documento legale nella nuova repubblica degli Stati Uniti. Gli storici dell'età vittoriana indicano che la carta originale del 1215 riguardava specificamente il rapporto tra i baroni e il monarca e non i diritti della gente comune. Tuttavia, la carta ha subito un documento iconico e influente, anche se quasi tutto il suo contenuto è stato abrogato nel XIX e nel XX secolo. Il documento rappresenta ancora un significativo simbolo di libertà e spesso citato da politici e attivisti. È tenuto con il massimo rispetto dagli avvocati americani e britannici. Lord Denning definiva la Magna Carta come uno dei più grandi documenti costituzionali di tutti i tempi e la base delle libertà individuali contro l'autorità indiscriminata di un despota.

    Per i posteri, la più rilevante era la clausola 39 che garantiva la giustizia di tutti gli uomini liberi attraverso una prova gratuita. È servito come modello per la Carta dei diritti degli Stati Uniti e la Dichiarazione universale dei diritti umani.

    Raccomandato

    Qual è la cultura della Guinea-Bissau?
    2019
    Credenze religiose in Indonesia
    2019
    Cos'è il fordismo?
    2019