Paesi con le esportazioni alimentari minori rispetto a tutte le esportazioni di merci

Esportazioni alimentari

In alcune aree del mondo, vasti tratti di terra vengono utilizzati per produrre prodotti agricoli che vengono poi consumati dai residenti della nazione o esportati in altri paesi. L'agricoltura costituisce spesso una grande percentuale delle esportazioni di un'economia. Ma questo non è il caso in diversi paesi in cui le esportazioni alimentari rispetto alle esportazioni di merci possono arrivare anche all'1%. Questo articolo prende in esame i paesi con le percentuali più basse di esportazioni alimentari.

Giappone

Essendo una nazione insulare relativamente piccola, il Giappone tende ad importare più prodotti alimentari che l'esportazione. Il cibo rappresenta solo l'1% delle esportazioni totali del paese, la quarta più grande economia di esportazione del mondo. Queste esportazioni alimentari comprendono salse e condimenti, crostacei lavorati e altri preparati alimentari. I prodotti agricoli includono semi per piantare, mele, pere e tè. La maggior parte di queste esportazioni va a Hong Kong.

Arabia Saudita

Delle esportazioni dell'Arabia Saudita, solo il 2% sono prodotti alimentari. L'Arabia Saudita ha un clima ostile per l'agricoltura poiché è coperta in grandi deserti, anche se il governo ha trasformato parte di questa area in terreni coltivati. Poco più di un quinto delle esportazioni di prodotti alimentari consistono in acqua aromatizzata e il succo di frutta rappresenta un altro 19%. Questi prodotti sono importati dallo Yemen (il più grande importatore di cibo), dalla Giordania, dal Qatar, dal Kuwait e dall'Oman.

Finlandia

Le esportazioni della Finlandia comprendono anche il 2% di prodotti alimentari. La maggior parte dell'attività agricola in questo paese è a fini di sussistenza e il numero di aziende agricole è diminuito di recente. Il superalcolico è la sua più grande esportazione di cibo, che rappresenta il 20% della categoria. Insieme, Polonia e Russia importano il 27% di questo. I prodotti da forno (11%) e il cioccolato (11%) costituiscono la seconda percentuale maggiore, e circa la metà di ciascuna di queste esportazioni è destinata a Svezia e Russia. Delle esportazioni agricole, l'avena e l'orzo costituiscono oltre il 40%.

Cina

La Cina ha una vasta area di terra arabile e produce cibo per il 20% della popolazione mondiale. La sua economia di esportazione è la più grande del mondo, il che spiega come solo il 3% delle sue esportazioni siano articoli commestibili, pur fornendo ancora un quinto del mondo con il cibo. I 3 migliori prodotti alimentari del paese sono crostacei lavorati, frutta e noci lavorate e pesce lavorato. La Cina esporta anche piccole percentuali di cipolle, verdure essiccate e tè. La maggior parte di questi prodotti è importata dal Giappone.

Singapore

Singapore è il 20 ° paese di esportazione più grande al mondo e dei suoi prodotti, il 3% sono prodotti alimentari. Il paese esporta principalmente preparati alimentari, superalcolici e estratti di malto. Le esportazioni agricole includono pepe (21%) e riso (16%). Il Vietnam, l'Australia e la Cina sono i principali importatori di questi beni.

Slovacchia

L'economia slovacca ha registrato una crescita superiore al 10% nell'ultimo decennio. Ha principalmente focalizzato le sue importazioni su veicoli e parti di veicoli. Sebbene il 40% della terra sia dedicato all'agricoltura, questo settore ha ridotto la sua forza lavoro dal 1994. Ciò che viene prodotto è tipicamente per il consumo nazionale. Il paese esporta cioccolato, zuccheri, prodotti da forno, grano, mais e preparati alimentari. Questi vanno in altri paesi dell'Unione Europea come la Repubblica Ceca, la Germania, la Polonia e il Regno Unito.

Svizzera

Come la Slovacchia, anche il mercato di esportazione della Svizzera è composto solo dal 4% di prodotti alimentari. Questa economia è la 17a più grande al mondo e le sue esportazioni alimentari principali includono: acqua aromatizzata, cioccolato e tabacco arrotolato. Gli Stati Uniti importano il 39% dell'acqua aromatizzata, la Germania importa il 30% del cioccolato e il Giappone importa il 28% del tabacco arrotolato. Delle sue esportazioni agricole, il caffè occupa il 72% e viene principalmente importato dalla Francia.

Slovenia

L'economia di esportazione relativamente piccola della Slovenia è composta per il 4% da prodotti alimentari. La maggior parte di queste esportazioni, il 22%, è farina di soia. Altre voci assumono percentuali molto più basse come i preparati alimentari (8, 9%) e le carni preparate (6, 7%). Le esportazioni agricole includono mais, banane e soia. La maggior parte delle sue esportazioni restano all'interno dell'Unione europea e vanno in Ungheria, Italia e Croazia.

Russia

Al 5% è la Russia, la decima più grande economia di esportazione del mondo. Circa l'11% delle esportazioni alimentari è di cioccolato, il 10% di tabacco arrotolato e l'8, 8% di residui vegetali. Questo paese ha anche un grande settore agricolo e quindi esporta grandi quantità di grano, la maggior parte delle quali viene importata dall'Egitto.

Repubblica Ceca

La Repubblica ceca ha la 30a più grande economia di esportazione nel mondo e principalmente esporta computer e attrezzature di tipo ufficio. Il cibo rappresenta il 5% delle sue esportazioni. I principali prodotti alimentari per lasciare il paese includono tabacco arrotolato, cibo per animali e prodotti da forno importati da Italia, Slovacchia e Polonia. Le sue esportazioni di prodotti agricoli includono principalmente grano e colza, la maggior parte delle quali (75% e 79% rispettivamente) è importata dalla Germania.

Paesi con le esportazioni alimentari minori rispetto a tutte le esportazioni di merci

RangoNazioneEsportazioni alimentari relative a tutte le esportazioni di merci
1Giappone1%
2Arabia Saudita2%
3Finlandia2%
4Cina3%
5Singapore3%
6Slovacchia4%
7Svizzera4%
8Slovenia4%
9Russia5%
10Repubblica Ceca5%

Raccomandato

Animali delle montagne dell'Atlante
2019
Cosa significano i colori e i simboli della bandiera dell'ASEAN?
2019
Prima guerra mondiale: fatti e informazioni
2019