Le economie maggiormente dipendenti dalle esportazioni verso le nazioni africane sub-sahariane

Le relazioni commerciali tra i paesi dell'Africa sub-sahariana sono aumentate dopo che queste nazioni hanno ottenuto l'indipendenza dai loro ex governanti coloniali europei. Dotato di abbondanti risorse naturali, i paesi hanno avviato alleanze regionali per aumentare la loro crescita economica. Questi Paesi africani continuano a commerciare pesantemente tra di loro, con alcune economie che si stanno imponendo fortemente sui mercati regionali. Gibuti, ad esempio, esporta oltre l'80% delle sue esportazioni totali verso nazioni dell'Africa sub-sahariana. Le economie maggiormente dipendenti dalle esportazioni verso le nazioni africane subsahariane sono dettagliate di seguito.

Gibuti

L'83% delle esportazioni di Gibuti va dai suoi vicini a sud e sud-ovest. Gibuti confina con l'Etiopia e la Somalia via terra, facilitando le relazioni commerciali con i due paesi. L'Etiopia e la Somalia sono i principali importatori delle esportazioni di Gibuti. Le relazioni con l'Etiopia hanno avuto la loro genesi nel 1998, quando l'Etiopia e l'Eritrea erano in guerra. La secessione dell'Eritrea dall'Etiopia ha reso l'Etiopia senza sbocchi sul mare. L'Etiopia fa molto affidamento sul porto di Gibuti e questo ha favorito profondi legami economici con Gibuti.

Gibuti è sensibile alla situazione politica della Somalia ed è stato in prima linea nell'assistere il governo somalo a stabilire la pace. Questi sforzi sono stati nel tentativo di mantenere il suo ampio mercato in Somalia. Gibuti è membro dell'Autorità intergovernativa per lo sviluppo (IGAD) che promuove il commercio regionale. Le principali esportazioni di Gibuti sono caffè, legno, pelli, gomme e legumi secchi.

Andare

Il 61, 8% delle esportazioni dal Togo è destinato ai paesi dell'Africa subsahariana. I vicini del Togo sono Burkina Faso, Ghana e Benin. Questi paesi sono importanti importatori delle esportazioni del Togo. Il Togo è membro della Comunità economica degli Stati dell'Africa occidentale (ECOWAS) che potenzia gli scambi regionali tra le nazioni dell'Africa occidentale. Le esportazioni del Togo sono cacao e altri semi oleosi, oro, fosfati di calcio, petrolio raffinato e caffè.

Niger

Il 45, 1% delle esportazioni dal Niger ha destinazioni nei mercati di altre nazioni dell'Africa sub-sahariana. Il Niger è un membro del blocco commerciale dell'Africa occidentale, l'ECOWAS. La nazione commercia estesamente con i suoi due vicini, Nigeria e Burkina Faso. Il commercio bilaterale con la Nigeria è di particolare importanza per il Niger. Il Niger è incline ad assumere un ruolo attivo nella mediazione, quando la Nigeria è coinvolta in conflitti, sia tra le fazioni interne che con i suoi vicini per proteggere i suoi interessi. Anche il Niger commercia estesamente con il Ghana e il Mali. Le esportazioni del Niger sono uranio e minerale di torio, riso, bestiame, petrolio raffinato, cipolle e fagioli dell'occhio.

Senegal

Il Senegal esporta il 45, 1% delle sue esportazioni totali verso nazioni africane nella regione sub-sahariana. Il Senegal è un firmatario e membro del blocco commerciale regionale dell'Africa occidentale ECOWAS e dell'Unione economica e monetaria dell'Africa occidentale (WAEMU) che facilita gli accordi di libero scambio con le sue nazioni dell'Africa occidentale. Gli importatori principali delle esportazioni del Senegal sono il Mali, Gambia, Guinea, Guinea -Bissau, Ciad, Togo e Burkina Faso. Le principali esportazioni del Senegal sono oro, cotone, fosfati, prodotti petroliferi e cemento.

Una regione con maggiori potenzialità di crescita

Altri paesi dipendenti dai mercati di esportazione nei mercati dell'Africa subsahariana sono il Kenya (38, 9%), l'Uganda (37, 6%), lo Zimbabwe (36, 7%), il Burundi (36, 1%), la Costa d'Avorio (31, 4%) e il Ruanda (30, 2%). I paesi dell'Africa sub-sahariana hanno in gran parte stabilito blocchi commerciali regionali per ridurre le barriere commerciali tra di loro. Le economie delle nazioni sub-sahariane sono state su una traiettoria ascendente, e questo ha attratto altri attori stranieri nei loro mercati. I paesi sviluppati e in via di sviluppo stanno avviando accordi commerciali con le nazioni africane subsahariane. Una classe media in crescita e una grande popolazione rendono i paesi sub-sahariani come mercati globali sempre più redditizi.

Le economie maggiormente dipendenti dalle esportazioni verso le nazioni africane sub-sahariane

RangoNazioneQuota delle esportazioni totali di merci destinate all'Africa sub-sahariana
1Gibuti83, 3%
2Andare61, 8%
3Niger49, 9%
4Senegal45, 1%
5Kenia38, 9%
6Uganda37, 6%
7Zimbabwe36, 7%
8Burundi36, 1%
9Costa d'Avorio31, 4%
10Ruanda30, 2%

Raccomandato

Siti del patrimonio mondiale dell'Unesco in Ucraina
2019
In quale stato si trova Washington, DC In?
2019
Cosa significano i colori e i simboli della bandiera della Corea del Sud?
2019