James Watt - Figure nella storia

James Watt era un chimico, ingegnere meccanico e inventore che migliorò il motore a vapore di Newcomen nel 1781. Watt si interessò al motore a vapore quando lavorava alla Glasgow University come costruttore di strumenti. Watt ha notato che il motore a vapore di Newcomen ha sprecato molta energia riscaldando e ripetendo il suo cilindro ripetutamente. Ha creato un design che aveva un condensatore separato; questo ha permesso di risparmiare energia, migliorare l'efficienza e la potenza, introducendo nel contempo anche l'economicità dei motori a vapore.

Primi anni di vita

James è nato il 19 gennaio 1736, nel Renfrewshire. La madre di Watt, Muirhead Agnes, proveniva da una distinta famiglia mentre suo padre era un imprenditore e armatore. Inizialmente, Watt è stato educato a casa da sua madre prima di entrare a far parte della scuola di Greenock Grammar dove ha mostrato eccellenti capacità in matematica e ingegneria. Watts ha studiato strumenti per un anno a Londra prima di tornare a Glasgow con i piani per la creazione del suo laboratorio. Sebbene il suo obiettivo fosse temporaneamente sospeso, quando la Gilda di Hammermen bloccò la sua richiesta di aprire l'attività perché non era stato un apprendista sotto un inventore esperto per un minimo di 7 anni.

carriera

James è stato salvato dall'arrivo di strumenti astronomici dalla Giamaica che necessitano di riparazioni. Aiutò a riportarli alle condizioni di lavoro e in risposta l'Università di Glasgow gli permise di organizzare un seminario nell'università. Inizialmente, ha aiutato a mantenere gli strumenti dell'università e ha anche contribuito alle dimostrazioni espandendo la produzione di quadranti.

L'esperimento di Watt con il motore a vapore

Anche se non aveva mai visto un motore a vapore, Watt iniziò a sperimentare il vapore molto prima del 1759, quando John Robison propose l'idea di usare il vapore come fonte di energia motrice per lui. Sebbene il suo modello di motore non funzionasse, l'idea di usare il vapore come forza motrice lo spinse a saperne di più sul motore a vapore. Watt è riuscito a lavorare su un motore a vapore per la prima volta quando l'università gli ha chiesto di riparare il motore di Newcomen, ma anche dopo averlo restaurato, il motore ha funzionato a malapena.

Dopo aver fatto alcuni esperimenti, ha concluso che oltre il 75% dell'energia termica è stata utilizzata per riscaldare il cilindro del motore in ogni ciclo. Ha spiegato che il potere è stato sprecato poiché l'acqua fredda è stata aggiunta al motore per aiutare a condensare il vapore riducendo così la pressione. Semplicemente raffreddando e riscaldando il cilindro, il motore a vapore Newcomen ha sprecato molta energia invece di convertirlo in energia meccanica. Watt collaborò con Matthew Boulton e iniziarono a produrre motori a vapore insieme.

Maggiori contributi

Watts ha inventato la fotocopiatrice che ha funzionato meglio di quella meccanica iniziale che collegava varie penne. Il suo metodo ha funzionato trasferendo l'inchiostro dal foglio originale a un altro foglio sottile. Oltre al motore, ha anche avuto l'idea di potenza. L'unità SI per il potere prese il nome da James Watt.

La morte e l'eredità

Anche se si ritirò nel 1800, Watt continuò a inventare nella sua casa fino al 25 agosto 1819, quando morì a Handsworth. Fu sepolto nel cimitero della chiesa di St Mary il 2 settembre 1819. I miglioramenti di Watt sul motore a vapore contribuirono a convertirlo in uno strumento meccanico per la rivoluzione industriale. La disponibilità e l'affidabilità del potere motore hanno cambiato le economie di numerosi continenti.

Raccomandato

I 10 animali più dormienti del mondo
2019
Acquari più antichi negli Stati Uniti
2019
Chi ha scritto lo Star Spangled Banner?
2019