Uccisioni di attivisti ambientali per paese nel 2015

Attivisti terrestri e ambientali

Gli attivisti ambientali e di terra, noti anche come ambientalisti, sono persone attivamente impegnate nell'ambientalismo. Credono nel migliorare e proteggere l'ambiente dalle attività umane dannose. Queste attività dannose possono includere la contaminazione dell'acqua, lo smaltimento tossico e il consumo di risorse naturali (per citarne alcuni). Gli attivisti partecipano a campagne educative pubbliche, fanno pressione sui governi nell'interesse dell'ambiente e organizzano proteste nel tentativo di fermare atti dannosi per l'ambiente. Sono fattori critici nel portare problemi altrimenti sconosciuti agli occhi del pubblico. È per questo motivo che non sempre vengono accolti a braccia aperte.

2015 - Un anno mortale per gli attivisti ambientali

Nel 2015, 185 attivisti ambientali sono stati uccisi in tutto il mondo. Questi decessi rappresentano il numero più alto registrato e un aumento di quasi il 60% rispetto al 2014. Sedici paesi diversi hanno riferito di tali incidenze e uno si è verificato in acque internazionali. Con l'aumento della domanda globale di risorse naturali (petrolio, gas, alberi, ecc.), Le imprese formali e illegali si stanno trasferendo sulle terre indigene alla ricerca di beni. Spesso le comunità non li ricevono volentieri e combattono. Questa riluttanza mette i membri della comunità e altri attivisti in diretta opposizione con le squadre di sicurezza privata di queste compagnie e persino con le forze di sicurezza del governo. Recentemente, questi scontri sono diventati più violenti, specialmente con le compagnie minerarie. Altre industrie che tendono a reagire con la violenza contro i manifestanti includono l'agrobusiness, le dighe idroelettriche e il disboscamento. Questo articolo dà un'occhiata a quello che è successo nei paesi con i più alti tassi di omicidi attivisti.

Paesi con gli omicidi di attivisti più ambientalisti

Brasile

Il Brasile ha avuto 50 straordinari 50 omicidi nel 2015. Questo paese è ricco di risorse di legname e possiede un'industria forestale illegale molto potente. Alcune stime hanno determinato che l'80% del legname proveniente dal Brasile è illegale e che costituisce il 25% della fornitura illegale di legname del mondo. In un caso, una coppia di attivisti ambientalisti, Raimundo dos Santos Rodrigues e Maria da Conceição Chaves Lima, sono stati attaccati mentre si recavano alla Riserva Biologica di Gurupi. I due erano noti attivisti nella regione amazzonica del Brasile, e alcuni attivisti hanno affermato di essere stati bersagliati da un po 'di tempo. Raimundo, morto sul posto, era un volontario in un istituto locale dedicato alla conservazione della biodiversità; Maria fu mandata all'ospedale e sopravvisse. La proprietà della terra è alla radice del problema qui con conflitti che si verificano costantemente tra agricoltori di sussistenza e grandi proprietari terrieri.

Filippine

Le Filippine sono il prossimo sulla lista con 33 omicidi. Questo paese ha abbondanti depositi di minerali, come il carbone e l'oro. Uno dei più atroci di questi omicidi si è verificato nel villaggio di Lumad quando un gruppo paramilitare ha ucciso pubblicamente diversi membri della comunità, lo stile di esecuzione. La paura ha preso il sopravvento sugli abitanti del villaggio dopo aver assistito all'evento, e quasi 3.000 residenti hanno ora fatto le loro case a Tandag City per evitare conflitti sulla proprietà terriera.

Colombia

Il terzo paese più pericoloso per gli attivisti ambientali è la Colombia, dove nel 2015 sono morte 26 persone. La maggior parte di queste morti riguardava le attività minerarie e agrarie. I gruppi paramilitari rappresentano la più grande minaccia per gli attivisti ambientalisti e le comunità indigene in questo paese.

Futuro dell'Attivismo Ambientale

Con nessuna riduzione prevista della domanda di risorse naturali nel prossimo futuro, la questione della insicurezza affrontata dagli attivisti ambientali in questi paesi continuerà probabilmente. In molti di questi paesi, il governo è corrotto, disorganizzato o privo di risorse umane e finanziarie per affrontare adeguatamente questioni di estrazione illegale, conflitti di proprietà terriera e violenze contro attivisti ambientali e di terra. La brama di profitto degli umani, il desiderio inesauribile di risorse e l'uso insostenibile di energia stanno guidando le forze dietro la morte di questi individui.

Perdita di coraggiosi: uccisioni di terra e difensori ambientali per paese nel 2015

RangoNazioneNumero di uccisioni
1Brasile50
2Filippine33
3Colombia26
4Perù12
5Nicaragua12
6Repubblica Democratica del Congo11
7Guatemala10
8Honduras8
9India6
10Messico4
11Indonesia3
12Liberia2
13Myanmar2
14Cambogia2
15Tailandia2
16Pakistan1
17Acque internazionali1

Raccomandato

Che tipo di governo hanno gli Emirati Arabi Uniti?
2019
The Worst Decades for Crime
2019
La gente del Liechtenstein
2019