Rivoluzione iraniana: cause, eventi ed effetti

Alla fine degli anni '70, la dinastia dei Pahlavi fu rovesciata e sostituita da una nuova Repubblica Islamica dell'Iran. La rivoluzione è stata per lo più non violenta, anche se ci sono stati episodi di lotta armata. Ecco una panoramica degli eventi che hanno portato alla rivoluzione iraniana, così come gli eventi della rivoluzione e le conseguenze.

Prima della rivoluzione

Influenze occidentali e secolari sulla società iraniana prima della rivoluzione

Prima della rivoluzione, l'Iran era governato da una monarchia guidata da Mohammad Reza Shah Pahlavi. Lo Shah è stato fortemente sostenuto dall'occidentalizzazione e sostenuto dagli Stati Uniti, che molti iraniani credevano stessero diluendo la loro cultura e i loro valori indigeni. La separazione dei sessi, che era stata una pratica tradizionale, era stata bandita. Le donne durante questo periodo indossavano abiti occidentali al posto dell'hijab e ora potevano andare a scuola, votare e lavorare. I nuovi diritti delle donne furono abbracciati dalla società elitaria mentre i puritani dell'Islam la consideravano una secolarizzazione. Fu adottato un approccio più secolare alla religione, in cui le minoranze religiose potessero ricoprire cariche.

Il malcontento verso la dinastia Pahlavi

A causa delle riforme economiche dello Shah, l'Iran è diventato uno dei paesi più formidabili a livello mondiale. Verso la fine degli anni '70, l'economia era ristagnata e l'inflazione ha portato a un aumento del costo della vita. Gli iraniani di tutto il paese erano insoddisfatti del regime e lo consideravano un fallimento della sua promessa economica unita alla corruzione e all'incompetenza dei funzionari pubblici.

Il regime di Mohammad Reza Shah Pahlavi fu molto oppressivo e usò il SAVAK, che era la polizia segreta addestrata dagli americani, per omicidi di massa, torture e imprigionamenti di quelli contro il suo governo. L'ideologia dello scià secondo cui l'occidentalizzazione era lo strumento per il progresso dell'Iran era vista come un fallimento, e gli iraniani sentivano che dovevano tornare all'Islam.

Sentimenti sciiti di studenti, di sinistra e conservatori contro il governo dello Shah

Il governo è stato fortemente osteggiato dai musulmani sciiti conservatori guidati dall'Ayatollah Khomeini. La base dei loro argomenti contro il governo ha assunto un approccio culturale e religioso. Gli sciiti conservatori hanno accusato lo scià di distruggere l'islam attraverso la divulgazione dei valori occidentali.

Gli studenti musulmani iraniani, che erano stati esposti alle idee dell'Ayatollah Khomeini, cominciarono sempre più a sostenere l'idea di uno stato islamico. I gruppi islamisti di sinistra incoraggiarono l'uso della lotta armata come mezzo per rovesciare il regime dello Scià.

Impostare la rivoluzione in movimento

I primi anni '70 portarono con sé inflazione nell'economia iraniana, e lo scià fu criticato per la sua stravaganza mentre la maggior parte degli iraniani soffriva in povertà. Il governo dello Shah soppresse ogni forma di resistenza e aveva esiliato l'ayatollah Khomeini. Tuttavia, all'inizio del 1977, le ideologie di Khomeini cominciarono a diffondersi in Iran attraverso cassette audio contrabbandate. Khomeini ha chiesto scioperi, rifiuto di pagare le tasse, boicottaggi e persino il martirio per la religione islamica. La morte del figlio di Khomeini nel 1977, che fu attribuita al SAVAK, aumentò la popolarità di Khomeini. Organizzazioni contrarie al governo sono sorte anche in Iran, che ha incoraggiato una resistenza aperta.

Durante la rivoluzione

Eventi principali

Le dimostrazioni iniziarono nel gennaio del 1978 con studenti religiosi che protestavano per un articolo diffamatorio con critiche contro Khomeini pubblicato da un giornale di Teheran. Molti studenti sono stati uccisi dal governo che ha scatenato proteste a livello nazionale concentrate in istituzioni religiose. Le proteste sono aumentate dopo i 40 giorni di consueto periodo di lutto nelle usanze sciite per gli studenti. Le istituzioni considerate occidentali come cinema e bar furono rase al suolo. Le morti durante le proteste sono servite ad alimentare ulteriori dimostrazioni. Lo Shah tentò di istituire riforme per reprimere le proteste, ma alla fine fuggì dall'Iran il 16 gennaio 1979. Khomeini ritornò in Iran nel febbraio del 1979.

Dopo la rivoluzione

risultati

Un referendum si tenne nell'aprile del 1979 e gli iraniani votarono in modo schiacciante per istituire una Repubblica islamica. Fu adottata una nuova costituzione e l'ayatollah Khomeini divenne il capo supremo della Repubblica dell'Iran.

Global Versus Percezioni interne della rivoluzione

La rivoluzione iraniana ha scioccato il mondo perché non è stato causato da problemi economici, ma piuttosto da una riforma culturale. La crisi economica era stata, fino a quel momento, la principale causa di rivoluzioni e l'Iran aveva goduto di relativa prosperità economica. Gli iraniani consideravano la rivoluzione l'unico modo per bloccare l'influenza occidentale nel loro paese.

conseguenze

In Iran fu applicata una regola conservatrice, e ex nazionalisti, élite e rivoluzionari di sinistra furono messi da parte nel nuovo regime. Furono implementati rigorosi codici di abbigliamento e applicati con rigore. L'Iraq si sentì minacciato dall'Iran e, per evitare la possibilità di una rivoluzione sciita in Iraq, il paese invase l'Iran nel 1980, una guerra durata otto anni. La guerra servì per unire gli iraniani contro le forze irachene supportate dagli Stati Uniti.

Prospettive geopolitiche dell'Iran dopo la rivoluzione e oggi

Il regno di Khomeini come capo spirituale supremo terminò nel 1989 con la sua morte, e gli succedette Hojatoleslam Seyed Ali Khamenei, che era stato presidente dall'agosto del 1981. Khamenei guidò l'ondata di puristi rivoluzionari che credevano fermamente nel non-compromettere il rivoluzionario ideali. Le guardie rivoluzionarie in Iran hanno assunto lo status di forza politica ed economica. Le sanzioni imposte all'Iran dagli Stati Uniti sono sempre più isolate, una situazione che può ancora essere vista oggi. Mentre l'economia dell'Iran rimane largamente dipendente dal petrolio, molti iraniani sono insoddisfatti dell'influenza e della corruzione percepite nel governo. L'Iran rimane uno stato islamico fino ad oggi.

Raccomandato

Le città sacre dell'induismo
2019
Qual è la fonte del fiume Reno?
2019
Cos'è un clima tropicale?
2019