Religione a Sao Tomé e Principe

Le antiche influenze coloniali portoghesi possono ancora essere viste nella diffusa adesione al cattolicesimo romano a Sao Tome e Principle. I missionari portoghesi portarono il Vangelo nei paesi dell'Africa occidentale e Sao Tomé fu reclutato come una delle zone più accessibili. Mentre il cattolicesimo prosperava e si diffondeva, le chiese protestanti iniziarono e sebbene non fossero così influenti come le chiese cattoliche, le chiese evangeliche guadagnarono popolarità e alcune persone si convertirono alla fede. Oltre al cristianesimo, il paese ha musulmani, atei e credenti tradizionali. Tuttavia, alcune credenze sincretistiche sono aumentate dove alcuni musulmani e cristiani aderiscono ad alcuni aspetti delle fedi tradizionali.

Cristiano cattolico romano

La Chiesa cattolica romana ha il più grande seguito nel paese, con i suoi aderenti che rappresentano circa il 63, 8% della popolazione della nazione. L'influenza della religione risale al XIII secolo quando i primi coloni portoghesi abitarono il Golfo di Guinea nell'Africa occidentale. I portoghesi hanno portato la religione a Sao Tome e Principle attraverso le loro attività missionarie. Il paese ha una sola diocesi nella città di Sao Tome chiamata diocesi cattolica di Sao Tome e Principe. La diocesi fu fondata nel 1534 come parte dell'arcidiocesi metropolitana di Funchal in Portogallo. La principale chiesa cattolica del paese è la Cattedrale di Nostra Signora delle Grazie a Sao Tome. La chiesa ha la croce di Sao Tome come decorazione ecclesiastica.

Ateismo e agnosticismo

Le comunità atee e agnostiche costituiscono il 18, 5% della popolazione. Queste persone non si identificano con alcuna religione, ma piuttosto scelgono di essere indipendenti dalle fedi religiose. Tuttavia, questo gruppo partecipa a matrimoni, sepolture e altre celebrazioni. Il gruppo convive pacificamente con altri gruppi religiosi nel paese.

Protestanti e altri cristiani non cattolici

I protestanti nel paese includono prevalentemente membri della chiesa metodista ed evangelica. La fede è cresciuta notevolmente negli ultimi anni a causa delle attività missionarie. Chiese come l'Assemblea Evangelica di Cristo, la Chiesa Thokoista e la Chiesa Universale di Cristo si sono diffuse in tutto il paese diffondendo il Vangelo. Oggi la fede ha una popolazione di circa 8.000, che rappresenta circa l'8, 4% della popolazione secondo il World Christians Database.

Altre fedi

Il paese ha raggiunto una popolazione musulmana di circa il 2% a causa della sua vicinanza all'Africa continentale. Negli ultimi dieci anni, un afflusso di migranti dal Camerun e dalla Nigeria nel paese ha contribuito alla popolazione musulmana nel paese. Altre religioni nel paese includono ebrei con meno dell'1% della popolazione, simili all'Induismo e alle fedi buddiste. Queste altre credenze costituiscono il 6, 3% della popolazione.

Mana polinesiano

La Chiesa di Mana risale a Lisbona nel 1984. Mana in quei giorni era un termine usato per descrivere l'origine della religione e dell'Essere Supremo. Si è evoluta una religione e anche un popolo fedele al corso è aumentato. I portoghesi che colonizzarono le nazioni dell'Africa occidentale portarono la religione nello stesso modo in cui introdussero il cristianesimo. I Mana credono nelle forze e nei poteri soprannaturali che attribuiscono alle persone, agli spiriti e agli oggetti naturali. I navigatori polinesiani avrebbero potuto anche contribuire alla diffusione della fede, in quanto colonizzarono piccole isole nel Pacifico. Oggi ha una quota del 2, 3% della popolazione, che ammonta a circa 4.380 persone. La religione continua a diffondersi in altre regioni.

Testimone di Geova cristiano

Il primo Testimone di Geova venne nel paese nel 1950 come prigioniero dalle colonie portoghesi in Africa che andarono a lavorare nei campi di lavoro sull'isola. Il prigioniero, deportato dal Mozambico per aver predicato il Vangelo, convertì più seguaci. Mentre altri prigionieri di guerra dall'Angola arrivavano nel paese e durante la loro incarcerazione, condividevano la buona notizia con gli abitanti locali. Il tumulto e la lotta della religione sono continuati a lungo con le esecuzioni e le persecuzioni religiose. Tuttavia, nel 1993 il governo ha finalmente registrato la fede del Testimone di Geova che poneva fine alle difficoltà del convertito. Da quel momento in poi la fede è cresciuta man mano che le persone lo hanno affascinato e oggi detiene l'1% della popolazione. La religione crede in Dio, l'istituzione del matrimonio e svolge il battesimo.

Libertà di religione a Sao Tomé e Principe

La costituzione di Sao Tomé e Principle protegge tutti i gruppi religiosi. Il governo in una certa misura rispetta anche la libertà religiosa senza alcuna discriminazione religiosa. I gruppi religiosi imminenti devono registrarsi al governo secondo la Costituzione. Lo stato pubblica quindi i gruppi approvati. Non ci sono casi segnalati di persecuzioni religiose nel paese.

Religione a Sao Tomé e Principe

RangoSistema di credenzeQuota della popolazione contemporanea di Sao Tomean
1Cristiano cattolico romano63, 8%
2Ateo o agnostico18, 5%
3Cristiano avventista, evangelico o altro protestante8, 4%
4Altre fedi6, 3%
5Mana polinesiano2, 0%
6Testimone di Geova cristiano1, 0%

Raccomandato

Le città sacre dell'induismo
2019
Qual è la fonte del fiume Reno?
2019
Cos'è un clima tropicale?
2019