Quanti paesi competono nelle Olimpiadi?

Le Olimpiadi sono diventate l'evento multi-sport internazionale più popolare nella storia dell'umanità, ma come e perché è successo? Non c'è una sola ragione definitiva per questo, ma ci sono una serie di fattori diversi che hanno influenzato la popolarità dei Giochi. La storia delle Olimpiadi ricorda i tempi della civiltà classica occidentale, come un evento del passato passato della storia umana. C'è anche la storia che la versione moderna delle Olimpiadi porta con sé momenti classici, eventi controversi e atleti e prodezze atletiche che saranno sempre ricordate. Le Olimpiadi portano anche un senso di nazionalismo e orgoglio nazionale nel tifare per gli atleti che rappresentano il tuo paese.

A partire dagli anni del secondo dopoguerra, le Olimpiadi hanno conquistato la piena preminenza a livello mondiale grazie all'aumento dello standard di vita a livello globale, che ha aiutato la maggior parte del mondo a sperimentare tecnologie di comunicazione globale come radio, televisione e Internet. Questo miglioramento dei mezzi di comunicazione ha fatto sì che gran parte del mondo fosse in grado di sintonizzarsi e sperimentare le Olimpiadi ovunque si trovassero, rendendole un'esperienza di visione globale.

Evoluzione della partecipazione alle Olimpiadi nel corso degli anni

La storia antica delle Olimpiadi estive

Nel 1894, il Comitato olimpico internazionale (CIO), l'organo di governo delle Olimpiadi, fu fondato dal barone Pierre de Coubertin. È stato ispirato dagli antichi giochi olimpici greci e ha basato le sue Olimpiadi al di fuori dei giochi annuali della società olimpica di Wenlock. Nel 1896 le prime Olimpiadi iniziarono ad Atene con grande successo. C'erano circa 245 atleti di 14 nazioni in competizione, sebbene la maggior parte provenisse dalla Grecia. Nel 1900 le Olimpiadi si trasferirono a Parigi, dove gareggiarono circa 997 atleti provenienti da 24 paesi. Questa Olimpiade è stata la prima volta che le donne hanno partecipato all'evento, con 22 gare in sport selezionati. Nel 1904 l'Olimpico fu ospitato a St. Louis, ma il numero di nazioni e atleti in gara cadde in 12 paesi e circa 651 atleti. Questa diminuzione dei numeri dei partecipanti era dovuta al lungo viaggio in barca transatlantico che doveva essere fatto dai concorrenti europei per partecipare ai Giochi.

Le Olimpiadi del 1900 e del 1904 furono integrate con le fiere mondiali, che prolungarono gli eventi per mesi. Questo fatto ha reso le Olimpiadi più omogenee, cosa che ha danneggiato la partecipazione e il marchio olimpico. Nel 1906 i Giochi Intercalated si tennero ad Atene. Al momento dell'evento, è stato visto come un evento olimpico ufficiale. Ora non è riconosciuto dal CIO ma è riconosciuto come un evento olimpico dalla maggior parte degli storici. Questo gioco ha attirato un grande interesse pubblico e ancora una volta ha dato al gioco la sua sede per essere riconosciuto. Il gioco Intercalated è stato un trampolino di lancio per l'ascesa della partecipazione alle Olimpiadi poiché i giochi londinesi del 1908 attirarono circa 2000 atleti, più delle prime tre Olimpiadi combinate.

Aumento della partecipazione olimpica

Dal momento che le Olimpiadi del 1908, ogni Olimpiade ha avuto più di 2.000 atleti in competizione, tranne i giochi del 1932. Dal 1960 ad ogni Olimpiade partecipano oltre 5.000 atleti e dal 1996 ad Olimpiadi si contendono oltre 10.000 atleti. Dal 1948 ogni Olimpiade ha gareggiato in oltre 50 nazioni e dal 1984 ogni Olimpiade ha gareggiato in oltre 100 nazioni. I due principali motivi del massiccio aumento della partecipazione di atleti e nazioni ai Giochi sono dovuti al trasporto e alla decolonizzazione moderni. Dopo la fine della seconda guerra mondiale, il volo aereo commerciale è diventato il modo più popolare e più veloce per viaggiare in tutto il mondo. Gli atleti da qualsiasi luogo possono salire su un aereo per andare nel paese ospitante in meno di un giorno, a differenza delle gite in barca del mese passato. L'ascesa nei paesi che competono nelle Olimpiadi ha anche a che fare con la decolonizzazione che è iniziata brevemente durante gli anni tra le due guerre e poi decollata nei decenni successivi alla seconda guerra mondiale. Questa decolonizzazione ha fatto sì che molte nuove nazioni, specialmente in Africa e in Asia, arrivassero all'indipendenza e fossero in grado di competere alle Olimpiadi.

Giochi olimpici annullati

Nel 1916 le Olimpiadi avrebbero dovuto svolgersi a Berlino, in Germania. Anche dopo lo scoppio della prima guerra mondiale, il 28 luglio 1914, l'organizzazione dei Giochi continuò poiché la guerra sarebbe stata breve. I giochi furono infine cancellati una volta che la guerra si trascinò e tutti si resero conto che non sarebbe stata una guerra breve. Le Olimpiadi del 1940 si sarebbero svolte a Tokyo, in Giappone, ma furono cancellate dopo l'inizio della Seconda Guerra sino-giapponese e il Giappone cessò di lavorare alle Olimpiadi. Le Olimpiadi del 1940 furono poi consegnate al secondo classificato, Helsinki, in Finlandia. Anche questo evento fu cancellato a causa dell'inizio della Guerra d'Inverno tra l'Unione Sovietica e la Finlandia, tre mesi dopo lo scoppio della Seconda Guerra Mondiale. Le Olimpiadi del 1944 furono cancellate indefinitamente poco dopo lo scoppio della seconda guerra mondiale.

Grandi boicottaggi alle Olimpiadi

Nel 1976 ci fu un massiccio boicottaggio delle Olimpiadi sulla decisione del Cio di non mettere al bando la squadra di rugby neozelandese dalle Olimpiadi. La squadra di rugby neozelandese aveva intrapreso un controverso tour dell'apartheid in Sud Africa quell'estate, sfidando un embargo internazionale di atletica informale ma largamente forzato in Sud Africa. Quasi tutta l'Africa sovrana ha boicottato i Giochi, e sono stati raggiunti dall'Iraq e dalla Guyana. Taiwan e la Cina hanno boicottato i giochi in una disputa separata sul problema del nome tra loro.

Nel 1979, dopo che l'Unione Sovietica invase l'Afghanistan, gli Stati Uniti minacciarono di ritirarsi dalle Olimpiadi del 1980 se i sovietici non abbandonarono l'Afghanistan. Stati Uniti, Giappone, Germania Ovest, Cina, Argentina, Canada, Iran e molti altri paesi hanno boicottato le Olimpiadi sulla questione dell'Afghanistan. In totale 65 paesi hanno boicottato i giochi, a causa del boicottaggio o di ragioni economiche. Nel 1984, in risposta alle preoccupazioni di sicurezza e all'isteria antisovietica, l'Unione Sovietica e i suoi alleati hanno boicottato le Olimpiadi di Los Angeles. Il boicottaggio è stato l'Unione Sovietica e il suo blocco orientale, così come lo Yemen del Sud, la Mongolia, l'Etiopia, il Vietnam, il Laos, Cuba, la Corea del Nord e l'Angola.

Come le Olimpiadi promuovono buone relazioni tra i paesi

La partecipazione di così tanti paesi ha contribuito a promuovere buone relazioni tra i paesi. Con così tante persone da tutto il mondo alle Olimpiadi e tutti gli atleti che interagiscono l'uno con l'altro nel Villaggio Olimpico aiuta a mostrare a tanta gente che tutti sono umani e che le nostre differenze non contano. Le Olimpiadi aiutano a mostrare il valore che l'amicizia e la cooperazione intenzionali possono portare e aiuta a promuovere relazioni internazionali pacifiche tra persone di tutto il mondo.

Giochi olimpici nel corso degli anni: numero di paesi partecipanti

RangoAnnoNumero di Paesi partecipanti
12016208
22012204
32008204
42004201
52000200
61996197
71992169
81988159
91984140
101972121
111968112
12196493
13197692
14196083
15198080
16195269
17195667
18194859
19193649
20193247
21192846
22192445
23192029
24191229
25190029
26190822
27190621
28190415
29189612

Raccomandato

Animali delle montagne dell'Atlante
2019
Cosa significano i colori e i simboli della bandiera dell'ASEAN?
2019
Prima guerra mondiale: fatti e informazioni
2019