Quante persone lavorano e offrono volontariato per i giochi olimpici?

Le Olimpiadi invernali tenutesi a Pyeongchang, in Corea del Sud, hanno segnato la ventitreesima volta che si sono svolte le competizioni. In totale, quarantotto paesi europei hanno partecipato all'evento. Questo numero rappresentava più della metà delle nazioni totali che hanno partecipato. I giochi coinvolgevano tre campi principali: sport sul ghiaccio, sport di scivolamento e sport sulla neve.

Mentre gli atleti delle nazioni partecipanti sono quelli che hanno conquistato tutti i riflettori e la gloria, ci sono un sacco di eroi sconosciuti che lavorano in background. Gli eroi sono persone da tutto il mondo che hanno lavorato e offerto volontariato durante l'evento per renderlo efficace.

Il numero di lavoratori e volontari

Innanzitutto, i dati presentati dal Comitato Internazionale (IOC) mostrano che i giochi di Pyeongchang avevano ancora meno persone che lavoravano e offrivano volontariato rispetto ai precedenti Giochi Olimpici svoltisi a Sochi nel 2014 e quelli svoltisi a Vancouver nel 2010. È interessante notare che il numero di i lavoratori pagati ai giochi recentemente conclusi erano i più alti rispetto a Vancouver e Sochi. Il numero che è diminuito notevolmente è stato quello dei volontari e degli appaltatori.

In totale, il numero di persone che lavoravano in un modo o nell'altro a Pyeongchang, compreso il personale retribuito, gli appaltatori e i volontari era 51.100. Di questo numero totale, 14.600 persone hanno ricevuto personale retribuito, 13.500 erano volontari e il resto, 23.000 persone, ha prestato servizio come contrattisti.

In confronto, i numeri mostrano alcune differenze nette rispetto ai precedenti giochi nel 2010 e 2014, tenutisi rispettivamente a Vancouver e Sochi. Vancouver contava un totale di 57.500 persone. Del personale di Vancouver, un numero di 8.100 persone è stato pagato per il personale, 17.300 hanno operato come volontari e le restanti 32.000 erano appaltatori. L'enorme numero di imprenditori era dovuto a un gran numero di personale addetto alla sicurezza e alle squadre di cerimonie assunte. Sochi aveva un totale di 54.000 dipendenti divisi come segue; 10.000 erano impiegati retribuiti, 19.200 erano volontari, mentre i restanti 23.000 erano appaltatori.

Osservando le tendenze, il numero di personale retribuito è in costante aumento da 8.100, a 10.000, e poi a 14.600 a Vancouver, Sochi e Pyeongchang, rispettivamente. Allo stesso modo, il numero degli appaltatori è diminuito costantemente da 32.200, a 24.700, e poi a 23.000 a Vancouver, Sochi e Pyeongchang rispettivamente. Al contrario, il numero di volontari non ha una tendenza particolare. A Vancouver, 17.300 persone sono state coinvolte come volontari, mentre Sochi e Pyeongchang avevano rispettivamente 19.200 e 13.500 volontari. Si potrebbe immaginare che il numero di volontari aumenterebbe. Per qualche ragione, il CIO ha scelto di portare meno volontari.

In totale, il numero di lavoratori e volontari è in costante calo dal 2010 a Vancouver. Il numero più alto di personale è stato osservato a Vancouver nel 2010 dopo aver assunto 57.500 persone. Sochi e Pyeongchang avevano rispettivamente 54.000 e 51.000 dipendenti.

Tra le persone che hanno inserito il lavoro per assicurare il successo dei giochi c'erano le "ragazze dei fiori" alla Gangneung Ice Arena. Il lavoro delle ragazze era di pattinare sul ghiaccio ogni volta che si concludeva una performance degli atleti. Il motivo per questo è stato che i fan hanno gettato un sacco di fiori e animali imbalsamati in festa. Le ragazze avrebbero poi pattinato e liberato l'arena per i prossimi artisti.

Raccomandato

Qual è la cultura della Guinea-Bissau?
2019
Credenze religiose in Indonesia
2019
Cos'è il fordismo?
2019