Quando l'Alaska divenne uno stato?

L'Alaska fu considerato solo un territorio degli Stati Uniti dopo che gli Stati Uniti l'avevano acquistato dall'impero russo nel 1867. Non è stato riconosciuto come stato fino al 1959, rimanendo sempre nello stato territoriale. L'Alaska fu ufficialmente riconosciuta come stato il 3 gennaio 1959 dopo lunghe lotte che durarono per decenni.

Perché l'Alaska è stato negato allo stato

All'inizio era stato negato il riconoscimento dello Stato a causa delle sue numerose incapacità. Era scarsamente popolato e quindi non corrispondeva agli standard di essere riconosciuto come stato. C'era un numero minimo richiesto di persone per essere considerato uno stato. Inoltre, l'economia dell'Alaska era molto fragile e instabile, convincendo la maggior parte dei legislatori che l'Alaska non valeva la pena di essere uno degli stati che formavano gli Stati Uniti. Inoltre, l'Alaska è isolata e distante dagli altri stati. A causa dell'isolamento era considerato un territorio indipendente.

Alaska prima dello stato

Dopo che gli Stati Uniti acquistarono l'Alaska dalla Russia, fu messo da parte ed era considerato un distretto militare. La maggior parte delle attività militari e l'addestramento militare hanno avuto luogo in Alaska. Lo stato dell'Alaska fu potenziato nel 1884 da un distretto militare a un distretto giudiziario. Impiegati, giudici, marescialli e altri funzionari sono stati nominati dal governo federale per aiutare a gestire e gestire il territorio dell'Alaska. Anche dopo la corsa all'oro, l'Alaska era ancora considerato un distretto e il governo offriva poca attenzione e concentrazione al distretto. Gli Alaskans hanno spinto per l'autogoverno dal 1916 dopo aver presentato il disegno di legge al Congresso. La lotta per ottenere lo status di stato continuò fino a quando portò frutti nel 1959, decenni dopo.

Il viaggio in Alaska dello stato

L'Alaska era un territorio russo fino al 1867, quando The United State lo acquistò per $ 7, 2 milioni. La campagna per l'Alaska come uno degli stati degli Stati Uniti iniziò all'inizio del 20 ° secolo. Tuttavia, i fattori sopra evidenziati hanno sempre impedito all'Alaska di ottenere il riconoscimento dello stato. Durante la seconda guerra mondiale, i giapponesi e un'altra invasione dell'Alaska scoprirono il potenziale dell'Alaska. Il Giappone ha evidenziato che l'Alaska era posizionata in modo strategico per mettere in scena i loro attacchi e altre invasioni.

La scoperta del petrolio fu il punto di svolta per l'economia debole e la percezione negativa dell'Alaska. La scoperta di petrolio al fiume Swanson nella penisola di Kenai e la sua posizione strategica hanno completamente cambiato la percezione della gente verso l'Alaska, portando a un viaggio verso uno stato. C'è stato anche un aumento della popolazione in Alaska a causa della corsa all'oro del Klondike. Nel 1916, il Congresso ricevette un disegno di legge che avrebbe portato l'Alaska ad essere riconosciuto come stato. Tuttavia, la spinta per lo stato non è stata presa sul serio fino a dopo la seconda guerra mondiale.

Il 4 luglio 1958, il presidente Dwight Eisenhower firmò l'Alaska Statehood Act che concesse all'Alaska lo stato. Fu solo il 3 gennaio 1959 che l'Alaska fu proclamata uno stato. Juneau, che era la capitale territoriale, continuò a servire come capitale dello stato dopo che all'Alaska fu concessa la statualità. William A Egan è stato il primo governatore dell'Alaska. Divenne il 49 ° stato degli Stati Uniti.

Raccomandato

Parchi nazionali dello Sri Lanka: ruolo nella conservazione della fauna selvatica
2019
Top paesi del Nord e del Sud America per l'agricoltura biologica
2019
Le infrastrutture di alimentazione più inclini alle perdite di elettricità per paese
2019