Quali sono le principali risorse naturali della Malesia?

Ufficialmente conosciuta come Federazione della Malaysia o della Malaysia, la Malesia è un paese che si trova nella regione sud-orientale del continente asiatico. La capitale del paese è Kuala Lumpur. La Malesia ha un'area di circa 127.724 miglia quadrate, che lo rende il 66 ° paese più grande del mondo. Il paese ha una vasta gamma di risorse naturali tra cui terreni fertili per l'agricoltura, i minerali e le foreste estensive. L'economia del paese è guidata da queste risorse naturali attraverso le esportazioni e le vendite locali. Tuttavia, la principale risorsa della nazione è senza dubbio il petrolio. I prodotti agricoli per l'esportazione e il consumo locale includono prodotti come l'olio di palma, il legname, il cacao, l'ananas e altri.

Petrolio

I prodotti petroliferi come il petrolio greggio sono le risorse naturali più preziose del paese. Queste riserve includono anche depositi di gas naturale e gas naturale liquefatto. Tutti questi prodotti rappresentano la fetta maggiore delle entrate del paese dalle esportazioni. La maggior parte dei siti che contengono riserve di petrolio e gas sono al largo in luoghi come la costa occidentale di Sabah e la costa nord-occidentale di Sarawak. Queste vaste risorse svolgono un ruolo enorme nella generazione di energia del paese. Altri settori di produzione di energia elettrica contribuiscono in misura minore rispetto al petrolio, ma tutte le fonti di energia si combinano per rendere la Malesia una nazione autosufficiente. Queste altre fonti includono legno, carbone e energia idroelettrica.

A partire da gennaio 2014, le riserve di petrolio stimate nel paese si sono attestate a ben 4 miliardi di barili, il che ha collocato la Malaysia al quarto posto nella regione Asia-Pacifico. I primi tre paesi erano Cina, Vietnam e India. Nello stesso anno, i giacimenti di gas naturale ammontavano a circa 83 trilioni di piedi cubici, il che collocò la Malesia al terzo posto nella regione Asia-Pacifico dopo la Cina e l'Indonesia. La maggior parte delle risorse petrolifere in Malesia si trovano nel bacino della penisola, mentre la maggior parte delle riserve di gas naturale si trovano nelle regioni orientali del paese.

La principale azienda nel settore petrolifero è Petronas, che è una compagnia petrolifera nazionale che è stata inclusa tra le società Fortune 500 nel 2014. In quell'anno la società è stata in grado di generare un fatturato di circa $ 100, 7 miliardi con le attività che ammontavano a $ 169 miliardi ancora più grandi. Rispetto ad altre società nel mondo, Petronas è classificato come il 69 ° più grande. Tutti questi alti introiti significano che le tasse che paga al governo sono una fonte importante di entrate. I dati mostrano che almeno il 30% delle entrate totali del governo proviene da Petronas. Nonostante gli sforzi del governo per ridurre la dipendenza dal petrolio, dall'azienda e dal settore petrolifero per estensione, rimane la principale fonte di reddito.

Nonostante il vasto controllo che l'azienda ha nel settore, anche altre aziende si sono affermate. Queste società includono ExxonMobil e Murphy Oil. A causa della presenza di più aziende nel settore, è stato sfruttato circa il 40% dei giacimenti petroliferi. Almeno 3.500 altre società e piccole imprese sono coinvolte nel settore in una capacità di supporto.

Minerali preziosi

La Malesia ha anche un certo numero di siti minerari che estraggono minerali come oro, rame, stagno, sabbia silicea, bauxite e calcare. Lo stagno è tra i primi minerali ad essere estratto con la sua produzione che risale alle prime fasi del 1820 in luoghi come Perak e Selangor. L'espansione delle miniere di stagno non ebbe inizio sul serio fino alle fasi successive del 1800. Sfortunatamente, l'estrazione di stagno si è fermata nelle prime fasi degli anni '80, dopo che il suo mercato è crollato a causa della concorrenza di altri paesi e del calo dei prezzi dello stagno. Tuttavia, al suo apice, il paese era un leader mondiale nella produzione di stagno con il paese che una volta rappresentava circa il 31% della produzione globale di stagno. Il settore minerario nel suo insieme è cresciuto in modo significativo nel corso degli anni fino al punto in cui ha contribuito a circa il 7% del prodotto interno lordo (PIL) del paese nel 2003.

L'oro viene principalmente estratto in luoghi come Penjom, Selinsing e Raub anche se ci sono depositi minori in luoghi come Terengganu e Kelantan. A partire dal 2002, c'erano almeno 15 miniere d'oro attive, che sono riuscite a produrre 9301.303 libbre d'oro nel 2001. La maggior parte dei minerali di ferro, che sono in totale 98, si trovano in luoghi come Johor e Kedah. Nel 2012, le miniere sono riuscite a produrre circa 10.077.136 tonnellate di minerale di ferro.

Agricoltura e silvicoltura

L'agricoltura è un settore importante in Malesia poiché rappresenta circa il 12% del PIL nazionale. Inoltre, il settore ha creato opportunità di lavoro per circa il 16% della popolazione. Oggi il paese è uno dei principali esportatori di risorse agricole e naturali del mondo. Alcuni dei prodotti che esporta comprendono legname, olio di palma, gomma naturale, tabacco e pepe.

La gomma naturale proveniente dalla Malesia rappresenta circa un terzo delle esportazioni globali. Negli ultimi tempi, tuttavia, il paese ha visto una diminuzione della produzione di gomma naturale, dato che sempre più persone stanno passando all'olio di palma. L'olio di palma, utilizzato per cucinare, è molto più redditizio. Tuttavia, la produzione di gomma è ancora fondamentale dal momento che è ancora una delle principali fonti di reddito. Ad esempio, nel 2007, le entrate del settore hanno raggiunto i 10 miliardi di dollari, mentre le entrate sono state pari a 11, 24 miliardi di dollari nel 2008. Sfortunatamente, il 2009 ha visto il settore scendere di circa il 6%.

Nel settore delle esportazioni di olio di palma, la Malesia è seconda solo all'Indonesia in termini di capacità produttiva. A partire dal 2016, alcune delle più grandi piantagioni di olio di palma sono state localizzate in aree come Sabah, Sarawak, Johor e in altri luoghi. A partire dal 2012, almeno 490.000 persone sono state coinvolte nella produzione di olio di palma. Tuttavia, una società nota come Sime Darby domina il settore redditizio.

I dati mostrano che la Malesia ha una copertura forestale di circa 22, 2 milioni di ettari. In termini di superficie totale del paese, i terreni forestali rappresentano circa il 67, 6%. Di questa copertura, la maggior parte, circa 20 milioni di ettari, è coperta da foreste naturali mentre il resto è costituito da foreste piantate. Il legname per l'esportazione viene raccolto da piantagioni di legname, foreste naturali o da aree agricole. Nel 2015 il settore ha prodotto tronchi con un volume totale di circa 20, 4 milioni di m3. Circa il 15% di questo è stato esportato e ha generato entrate per circa $ 2, 5 miliardi.

Raccomandato

Parchi nazionali dello Sri Lanka: ruolo nella conservazione della fauna selvatica
2019
Top paesi del Nord e del Sud America per l'agricoltura biologica
2019
Le infrastrutture di alimentazione più inclini alle perdite di elettricità per paese
2019