Produzione di tabacco per Stato

Ogni anno che passa, le aziende produttrici di tabacco stanno spendendo enormi quantità di denaro per la pubblicità e la promozione dei prodotti del tabacco. Allo stesso tempo, i cittadini statunitensi stanno spendendo miliardi di dollari per spese legate al tabacco. Questa somma massiccia include non solo gli acquisti di prodotti del tabacco per il consumo ricreativo, ma anche le spese mediche e la perdita di produttività a causa delle conseguenze sulla salute del consumo di tabacco.

Solo nel 2012, i produttori di tabacco americani hanno investito quasi $ 10 miliardi di dollari in campagne di marketing per la fornitura di sigarette e tabacco senza fumo negli Stati Uniti. In altre parole, queste società spendono circa $ 26 milioni di dollari USA ogni giorno per tali scopi, che si riduce ulteriormente a oltre un milione di dollari ogni ora per le spese di vendita e di pubblicità da parte dell'industria.

Da dove provengono tutte quelle foglie di tabacco

Le aziende produttrici di tabacco negli Stati Uniti hanno prodotto circa 800 milioni di chili di tabacco nell'anno 2012. Per raggiungere questo totale, il tabacco è stato coltivato in circa diciannove Stati negli Stati Uniti. Di questi, gli Stati della Carolina del Nord, della Georgia e del Kentucky si sono uniti per rappresentare quasi l'ottanta per cento della produzione.

Allo stato attuale, le cose non stanno andando troppo bene per le aziende produttrici di tabacco, gli stati che vengono colpiti più duramente sono il North Carolina e il Kentucky, dove il tabacco è ancora una componente integrale nelle loro economie statali.

La Carolina del Nord ha 12.095 aziende agricole che producono tabacco per la vendita commerciale. L'area totale dedicata alla produzione di tabacco è di 320.599 acri nella Carolina del Nord, con una superficie media dedicata al tabacco che copre 26, 5 acri per azienda. Il Kentucky ha 44.967 coltivazioni di tabacco che risiedono all'interno dei suoi confini, anche se qui le assegnazioni sono molto più piccole di quelle della Carolina del Nord. Queste fattorie del Kentucky coprono 255.053 ettari dedicati al tabacco in tutto lo stato, con una media di superficie coltivata a tabacco per azienda in Kentucky, situata a 5, 7 acri.

Inoltre, lo stato della Carolina del Sud, nonostante abbia solo 1275 fattorie che coltivano tabacco all'interno dello stato, ha un impressionante 54.550 ettari di tabacco dedicati al tabacco, con l'attività media in crescita molto più grande di quelle del North Carolina e del Kentucky, coprendo un'area media di 42, 9 ettari di tabacco per azienda.

Nella parte inferiore della nostra lista di Stati produttori di tabacco negli Stati Uniti c'è il Kansas, con solo 13 aziende agricole dedite alla coltivazione del tabacco, nonostante sia spesso vista come un'oasi agricola un membro iconico della regione americana "Bread Basket".

Dove va la produzione di tabacco

Oltre il 94% del tabacco coltivato negli Stati Uniti viene utilizzato per produrre sigarette, sia per uso domestico che internazionale. Il resto è usato per masticare tabacco, tabacco, snus, sigari, pipe e varie altre forme minori. Sempre più spesso, ricavare la nicotina dal tabacco per produrre tecnologie "e-cigs" e "vaping" è diventata sempre più popolare e redditizia.

Il declino del tabacco americano

Nonostante le mostruose proporzioni di questo settore di mercato e delle imprese ivi presenti, negli ultimi decenni la produzione di tabacco è diminuita in modo abbastanza significativo negli Stati Uniti. Dagli anni Ottanta, quando c'erano 180.000 allevamenti di tabacco negli Stati Uniti, il numero è diminuito a circa 10.000. Nonostante questo, gli Stati Uniti continuano a rimanere tra i maggiori produttori di foglie di tabacco. Di fatto, gli Stati Uniti percorrono solo tre altre centrali elettriche produttrici di tabacco a livello globale: Cina, India e Brasile.

L'industria del tabacco statunitense sta disegnando il suo soffio finale?

Quando osserviamo da vicino i dati disponibili sulla coltivazione, la lavorazione e la produzione del tabacco, vediamo che c'è stata una diminuzione a lungo termine dell'utilizzo del tabacco da parte dei consumatori e, successivamente, una diminuzione delle richieste di produzione nei produttori di tabacco americani e \ esportatori. Negli ultimi vent'anni, le esportazioni di tabacco nel mondo sono aumentate mentre le esportazioni di tabacco in America sono diminuite. Ciò è dovuto a una serie di fattori, le società statunitensi che utilizzano sempre più spesso il tabacco straniero meno costoso. È interessante notare che mentre aumentano le produzioni di sigarette per le compagnie di tabacco americane, c'è stato un calo nell'uso delle foglie domestiche. Allo stesso tempo, i prezzi agricoli del tabacco hanno mostrato una tendenza al rialzo. Anche così, dal 1980 la produzione di tabacco in foglia coltivato negli Stati Uniti è diminuita e, in combinazione con le tendenze di crescita crescente all'estero, le aziende produttrici di tabacco e i coltivatori negli Stati Uniti hanno avuto conseguenze negative sui loro profitti.

Produzione di tabacco per Stato

RangoStatoin 1.000 sterline
1Carolina del Nord453.860
2Kentucky214.280
3Georgia214.280
4Virginia57.651
5Tennessee52.155
6Carolina del Sud33.180
7Pennsylvania22.250
8Ohio4.300

Raccomandato

L'hotspot della biodiversità di Wallacea
2019
Quanti tipi di pianure ci sono nella geografia?
2019
Qual è l'Iditarod?
2019