Paesi in cui gli uomini sono più propensi a lavorare nelle fattorie

Gli uomini continuano a dominare le loro controparti femminili nel mondo del lavoro. Solo una media del 13% della popolazione femminile è impiegata oggi rispetto al 38% degli uomini nella maggior parte delle economie. L'agricoltura è una delle aree chiave in cui viene assunto un numero significativamente elevato di uomini rispetto alle donne. Il livello di produttività degli uomini nelle aziende agricole è maggiore di quello delle donne. Il maschio è stereotipato come il genere più forte con una produzione maggiore per ettaro rispetto alle donne. Altre attività agricole come la caccia e la pesca sono considerate anche più rischiose per le donne, quindi il numero elevato di uomini impiegati per lavorare nelle fattorie. Alcuni dei paesi in cui è probabile che gli uomini lavorino nelle fattorie sono discussi di seguito.

Etiopia

L'82% della popolazione etiopica vive in aree rurali e l'agricoltura è la principale attività economica e la principale fonte di reddito del paese. L'agricoltura rappresenta l'80% delle esportazioni dell'Etiopia, quindi la fonte primaria di occupazione formale e informale. Il lavoro familiare è molto comune nella maggior parte delle aziende agricole di piccole dimensioni a causa delle dimensioni delle piccole aziende agricole. Tuttavia, l'agricoltura commercializzata si è aperta a manodopera qualificata e non qualificata. Secondo le statistiche della FAO (Food and Agriculture Organization), la maggior parte di questi lavoratori è di sesso maschile e rappresenta l'80% di tutti i lavoratori agricoli del paese. In Etiopia l'agricoltura è vista principalmente come lavoro da uomo a causa del duro lavoro che gli viene fatto. Oltre a questa norma culturale, il funzionamento delle macchine agricole è stato dominato dagli uomini, mentre le donne hanno maggiori probabilità di essere impegnate nella raccolta manuale.

Tanzania

Con il crescente tasso di industrializzazione, l'agricoltura in Tanzania ha affrontato molte sfide. Il governo della Tanzania sta attualmente affrontando i cambiamenti che devono affrontare il settore agricolo con l'obiettivo di migliorarne l'efficienza. La mancanza di finanziamenti adeguati e le moderne competenze agricole hanno ostacolato la commercializzazione dell'agricoltura. Tuttavia, la maggior parte delle aziende agricole è gestita da famiglie con lavoro familiare come fonte di lavoro più economica. La maggior parte dei lavoratori nelle fattorie sono uomini con 6 persone su 10 impiegate nella fattoria che sono di sesso maschile che traducono quasi il 64%. Questa differenza di genere nel lavoro agricolo ha limitato le donne a prendersi cura delle case mentre le controparti maschili lavorano nelle fattorie. Le statistiche stanno lentamente cambiando con le donne che cercano sempre più occupazione nelle fattorie.

Malawi

I principali prodotti agricoli del Malawi comprendono tè, tabacco, arachidi, caffè e cotone. Anche se il Malawi ha un'agricoltura di minerali, continua a condurre all'occupazione. La maggior parte degli agricoltori è dedita all'agricoltura di sussistenza, quindi, facendo affidamento sul lavoro familiare. Le grandi fattorie, in particolare le piantagioni di tè redditizie, le piantagioni di tabacco e le aziende agricole di mais di dimensioni commerciali, spesso assumono agricoltori qualificati sia per operare macchinari pesanti che come supervisori, mentre i lavoratori non qualificati sono generalmente impiegati per il lavoro manuale. Diversamente dall'Etiopia, c'è una piccola disparità nel genere dei lavoratori agricoli. Il 59% dei lavoratori assunti sono uomini mentre gli altri sono donne. Le donne sono state assunte principalmente nelle piantagioni di tè per assistere alla raccolta del tè.

Honduras

Il 16% del territorio dell'Honduras può sostenere l'agricoltura, che è il settore primario dell'economia dell'Honduras anche se la maggior parte della terra arabile rimane non sfruttata. Il 34% dell'Honduras fa affidamento sull'agricoltura per l'occupazione con agricoltura pari al 14% del PIL. Il lavoro è principalmente manuale e distribuito equamente tra i generi, con il 50% degli uomini assunti per lavorare nella fattoria.

Modifica dei luoghi di lavoro

Le donne stanno assumendo sempre più posti di lavoro nelle fattorie, anche se il numero di uomini che lavorano nelle fattorie è ancora elevato. Gli uomini stanno lentamente abbandonando l'agricoltura per le industrie e il lavoro pubblico lasciando le loro controparti femminili nelle aree rurali da coltivare. Inoltre, la prevalenza dell'AIDS nei paesi in via di sviluppo, soprattutto tra gli uomini, ha portato ad una diminuzione della forza lavoro maschile in molte aziende agricole.

Paesi in cui gli uomini sono più propensi a lavorare nelle fattorie

RangoNazione% di lavoratori maschi occupati in agricoltura
1Etiopia80%
2Tanzania64%
3Malawi59%
4Honduras50%
5Bhutan49%
6Ghana48%
7Vietnam45%
8Guatemala45%
9Tailandia44%
10Filippine38%

Raccomandato

Le città sacre dell'induismo
2019
Qual è la fonte del fiume Reno?
2019
Cos'è un clima tropicale?
2019