Paesi con le entrate fiscali più basse al mondo

Un'attuazione efficace e una tassazione opportunamente graduata consentono a un paese di essere meglio abilitato nei suoi sforzi per difendere la sicurezza nazionale, sostenere un'alta qualità della vita tra la sua popolazione e espandere adeguatamente la sua infrastruttura. Nonostante l'importanza di tali fattori, ci sono alcuni paesi che registrano raccolte fiscali così basse che sono appena in grado di finanziare a sufficienza lo svolgimento della governance e di soddisfare le esigenze dei loro affari interni. La maggior parte dei paesi elencati di seguito si trova nel mondo in via di sviluppo, contrariamente alla tendenza generale per quelli più sviluppati di registrare entrate fiscali molto più elevate. Questo ci fa porre una domanda importante: perché c'è una tale disparità nel gettito fiscale tra nazioni che hanno economie più sviluppate e quelle meno sviluppate?

PIL basso

Probabilmente, la risposta più soddisfacente e razionale alla domanda è che la maggior parte dei paesi in via di sviluppo ha un prodotto interno lordo (PIL) relativamente basso. Ciò riflette un livello inferiore di produzione totale e di entrate finanziarie all'interno dei confini di una nazione e richiede che i fondi disponibili per la riscossione delle imposte siano anche più limitati. Dal momento che cittadini e imprese di tali paesi non riescono a pagare tasse più elevate, ciò si riflette spesso nelle infrastrutture inadeguate che caratterizzano il mondo in via di sviluppo. I paesi più sviluppati, d'altro canto, hanno un PIL molto più alto, e questo è il motivo per cui le loro entrate sono molto maggiori e la loro capacità di sviluppare infrastrutture molto più elevate.

Amministrazioni deboli

Affinché le tasse o le entrate siano raccolte in modo efficace, deve esserci un'amministrazione forte in grado di prendere in carico la raccolta e la gestione dei proventi della riscossione delle imposte. Per molti paesi, tuttavia, le autorità forti non sono semplicemente in grado di farlo. Esempi di tali casi sono evidenti nelle nazioni meno tassate. Tra questi si segnalano la Siria, la Nigeria e il Sud Sudan, che sono tutti in conflitto e quindi hanno regimi di governo instabili.

Mancanza di trasparenza

Quando si tratta della riscossione delle imposte, un paese deve essere il più trasparente possibile. Ciò significa che dovrebbe essere chiaro da dove provengono i fondi fiscali in modo che possano essere contabilizzati. Questo non è il caso della maggior parte dei paesi con una bassa riscossione delle imposte come il Sud Sudan, dove la corruzione dilaga e le entrate non possono essere giustificate da chiare immagini di ciò per cui sono usate. Per questo motivo, i soldi non contati potrebbero non essere segnalati affatto agli organismi internazionali e tali tasse potrebbero non essere registrate in dati come quelli usati nel nostro elenco. Per questo motivo, alcuni dei paesi elencati potrebbero in effetti raccogliere più fondi di quelli registrati, e la corruzione e la mancanza di trasparenza hanno reso le loro finanze meno facili da verificare.

Governi diversi, risultati comuni

Le dichiarazioni finanziarie ambigue sono comuni anche in paesi come Cuba e Burma, in cui i loro leader sono spesso in costante conflitto con altri importanti leader mondiali, quindi scelgono di rilasciare dati limitati sulle entrate fiscali del paese agli organismi internazionali. Inoltre, la riscossione delle imposte potrebbe non essere altrettanto efficace all'interno di alcune nazioni quando vi è una marcata divisione tra parti politiche opposte che conducono a una raccolta a bassa imposta a causa dei fallimenti nel trasferire le politiche di raccolta avanti attraverso il mutuo accordo.

Rimediare al problema

Di seguito sono elencate alcune delle ragioni più significative del motivo per cui alcuni paesi hanno riscossioni delle imposte inferiori rispetto ad altri. Sebbene questo elenco non sia esauriente, offre una buona sinossi dei fattori più prevalenti che portano a raccolte di entrate a bassa aliquota a livello globale. Detto questo, non possiamo trascurare il fatto che questi fattori dovrebbero essere indirizzati a correggere le inadeguate raccolte di imposte e ad esplorare altre opzioni.

Paesi con le entrate fiscali più basse al mondo

  • Visualizza le informazioni come:
  • Elenco
  • Grafico
RangoNazioneEntrate fiscali (in percentuale del PIL)
1Siria1, 30%
2Cuba2, 40%
3Sudan del Sud3, 10%
4Nigeria4, 10%
5Burma4, 20%
6Timor Est6, 00%
7Sudan8, 80%
8India9, 10%
9Bangladesh11, 00%
10Corea del Nord11, 40%
11Guatemala11, 50%
12Sri Lanka12, 30%
13Repubblica Centrafricana12, 30%
14Uganda12, 40%
15Santa Lucia13, 20%
16Costa Rica14, 20%
17Porto Rico14, 20%
18Sierra Leone14, 30%
19Turkmenistan14, 70%
20Indonesia14, 70%
21Tanzania14, 80%
22Mi sono imbattuto14, 90%
23Pakistan15, 00%
24Repubblica Dominicana15, 00%
25Filippine15, 10%

Raccomandato

Chi sono i Kunama People?
2019
Le quattro isole maggiori delle isole Baleari
2019
Quali lingue sono parlate in Turchia
2019