Paesi che richiedono la maggior parte dei documenti per importare merci

Il tempo necessario per importare merci in un paese è determinato dai regolamenti sulle importazioni, dai processi di documentazione, dal traffico nei porti e dalle operazioni degli uffici doganali. In alcuni paesi, come l'Afghanistan, sono necessarie più di 800 ore per importare merci nel paese mentre in alcuni paesi, tra cui Singapore, sono necessarie solo 12 ore. In un'era in cui il settore delle tecnologie informatiche e informatiche (TIC) domina le operazioni commerciali, la maggior parte dei paesi adotta metodi digitali per condurre pratiche burocratiche durante l'importazione di merci. La documentazione digitale ha ridotto significativamente il tempo necessario per importare merci di quasi il 30% secondo il rapporto Forbes del 2014. Paesi come la Francia e l'Irlanda hanno ridotto le loro pratiche di importazione solo a due documenti. Tuttavia, ci sono alcuni paesi con fino a 17 documenti necessari per importare merci. Alcuni dei paesi che richiedono il maggior numero di documenti per importare merci sono esaminati di seguito.

Repubblica Centrafricana

La Repubblica Centrafricana è uno dei paesi con i più alti livelli di restrizioni all'importazione e ritardi. Le complesse normative sulla legislazione commerciale del paese e le pratiche in eccesso hanno limitato il numero di merci importate nel paese. Secondo il progetto imprenditoriale World Bank Doing, un importatore è tenuto a compilare 17 documenti per importare merci o ricevere merci nella Repubblica Centrafricana. Alcuni di questi documenti includono una polizza di carico, una nota di tracciabilità del carico elettronico, una fattura commerciale, un certificato di origine, un modulo di dichiarazione di importazione, un'assicurazione, una lista di imballaggio, una licenza di importazione e documenti di transito. Questi documenti sono obbligatori prima che le merci vengano rilasciate al proprietario. Qualsiasi documento mancante significa un ritardo nell'accesso ai beni di importazione.

Costa d'Avorio

La Costa d'Avorio è una delle più grandi economie dell'Africa occidentale e rappresenta il 40% del prodotto interno lordo (PIL) dell'Unione economica e monetaria dell'Africa occidentale. Molte società e organizzazioni, tra cui l'Africa Development Bank, ospitano le loro operazioni nella capitale della Costa d'Avorio, Abidjan. Il paese affronta diverse sfide, specialmente nel fare affari tra cui la corruzione, le scarse infrastrutture e ritardi nell'importazione, tra gli altri problemi. Il ritardo nell'importazione è causato principalmente dalla congestione nei porti e da una grande quantità di scartoffie coinvolte nell'importazione di merci. Agli importatori è richiesto di avere tredici documenti quando spediscono prodotti in Costa d'Avorio tra cui fattura di sbarco, dichiarazione di preimportazione, fattura commerciale, ordine di rilascio del carico, certificato di origine, dichiarazione di importazione, lista di imballaggio, nota di tracciabilità del carico elettronico, certificato di assicurazione, licenza di importazione, rapporto di ispezione e ricevuta di manipolazione del terminale.

Nigeria

La Nigeria ha diversi regolamenti sulle importazioni di merci che entrano nel paese. Chiunque importi merci in Nigeria dovrà elaborare la forma "M" attraverso la banca. Il modulo e il Pro-forma pertinente contengono i dettagli e la descrizione delle merci importate. Tutte le importazioni nel paese devono essere accompagnate da 13 documenti secondo la Banca Mondiale. Questi documenti includono una lista di imballaggio, un certificato combinato di valore e origine, certificato di produzione del produttore, polizza di carico, lettera di credito, certificato di laboratorio, ricevuta di pagamento della dogana, cancello di uscita, ordine di rilascio del carico e ricevuta di movimentazione del terminale.

Motivazioni per processi di archiviazione dell'importazione altamente coinvolti

Una notevole quantità di documenti è richiesta da questi paesi per ridurre, se non addirittura eliminare, la possibilità di ricevere merci di contrabbando nel paese. Inoltre, la documentazione garantisce che tutti i requisiti personalizzati siano soddisfatti. Tuttavia, con una quantità così significativa di documenti, vi è una duplicazione di informazioni e ritardi, che spesso portano a una perdita per l'importatore. Altri paesi che richiedono la maggior parte della documentazione cartacea durante l'importazione includono Uzbekistan (13), Liberia (12), Kazakistan (12), Sud Sudan (12), Cameron (12), Mongolia (12), Malawi (12), Tagikistan (12), Eritrea (12) e Burkina Faso (12).

Paesi che richiedono la maggior parte dei documenti per importare merci

RangoNazioneDocumenti necessari per importare merci
1Repubblica Centrafricana17
2Costa d'Avorio13
3Nigeria13
4Uzbekistan13
5Liberia12
6Kazakistan12
7Sudan del Sud12
8Camerun12
9Malawi12
10Mongolia12
11Tajikistan12
12l'Eritrea12
13Burkina Faso12

Raccomandato

Che tipo di governo hanno gli Emirati Arabi Uniti?
2019
The Worst Decades for Crime
2019
La gente del Liechtenstein
2019