Le principali cause di morte in Africa

La morte nel continente africano è dovuta principalmente a malattie come l'HIV / AIDS, la malaria e le infezioni respiratorie. Il numero di vite denunciate da malattie negli ultimi due anni è stato di oltre un milione di morti ogni anno. Di conseguenza, l'aspettativa di vita media per gli uomini africani è di 58 anni mentre per le donne è di 61 anni. Questi valori medi di aspettativa di vita sono i più bassi rispetto agli altri continenti. Le principali cause di morte in Africa sono state accelerate da numerosi fattori che coprono gli aspetti sociali, economici e politici. La maggior parte degli africani è stata esposta a condizioni ambientali vulnerabili in periodi di instabilità politica, con conseguente perdita di vite umane.

Con una migliore assistenza sanitaria e trattamento per le principali cause di morte come l'HIV / AIDS, l'aspettativa di vita è aumentata in molte popolazioni negli ultimi anni. Tuttavia, l'alto numero di morti ha continuato a influenzare la vita economica e sociale di molte persone. L'elevato livello di povertà ha reso difficile l'accesso a farmaci di qualità e una malnutrizione accelerata.

HIV / AIDS

Si stima che più di 1, 1 milioni di persone siano morte per HIV / AIDS nel 2012. Questa cifra comprende tutte le malattie legate all'AIDS e rappresenta circa l'11, 5% di tutti i decessi causati da malattie e infezioni. Secondo l'OMS, il numero di decessi si era significativamente ridotto dal 2001 di circa il 22%. Anche allora, questo rappresenta ancora una quota enorme del numero totale di morti.

Infezioni respiratorie

Infezioni del tratto respiratorio inferiore come polmonite, influenza e bronchite sono state una delle principali cause di morte nell'Africa subsahariana, specialmente tra i bambini di età inferiore ai cinque anni. Queste malattie infettive hanno contribuito ad almeno un milione di morti nel 2012. Sebbene la tubercolosi sia tra le infezioni del tratto respiratorio inferiore, è classificata separatamente nelle statistiche sulla causa della morte dell'OMS. Nel 2012 ha rappresentato il 2, 4% dei decessi (230.000 morti) nell'Africa sub-sahariana.

Diarrea

Circa 603.000 persone sono morte di diarrea nel 2012, pari al 6, 7% delle morti totali. Le malattie diarroiche sono causate da batteri, virus e parassiti che portano alla disidratazione. La maggior parte di queste malattie sono il risultato di bere acqua non sicura e servizi igienici inadeguati. I bambini sotto i cinque anni sono i più colpiti e rischiano di morire di diarrea.

Malaria

La malaria è trasmessa dalle zanzare, i vettori di insetti del parassita della malaria Plasmodium. È una delle principali cause di morte in Africa, con circa 554.000 morti nel 2012. I bambini sotto i cinque anni sono molto sensibili alla malattia, con oltre il 41% dei decessi infantili attribuiti alla sola malaria. Di tutte le morti globali della malaria, il 92% di esse sono state trovate in Africa. Uno dei motivi dell'elevata prevalenza della malaria è dovuto al clima tropicale che fornisce un buon habitat per l'allevamento delle zanzare. Inoltre, misure e sistemi preventivi sono inadeguati per affrontare i casi di malaria emergenti.

In conclusione

Altre principali cause di morte in Africa sono ictus, complicazioni pre-parto, traumi, malattie cardiache, malnutrizione e meningite.

La mancanza di strutture sanitarie adeguate e servizi igienico-sanitari ha catapultato le cifre negli anni precedenti. Inoltre, la maggioranza degli africani non è in grado di offrire servizi sanitari di qualità, lasciandoli vulnerabili alle infezioni e alle malattie.

Le principali cause di morte nel continente africano

RangoCausaMorte (in migliaia), 2012
1HIV / AIDS1.088
2Infezioni respiratorie1.039
3Diarrea603
4Malaria554
5Ictus437
6Complicazioni di nascita pre-termine372
7Asfissia e traumi alla nascita336
8Cardiopatia ischemica312
9Malnutrizione proteica-energetica284
10Meningite246

Raccomandato

Animali delle montagne dell'Atlante
2019
Cosa significano i colori e i simboli della bandiera dell'ASEAN?
2019
Prima guerra mondiale: fatti e informazioni
2019