Infezioni epidemiche in Europa

Il morbillo, chiamato anche rubeola, è una malattia respiratoria che si diffonde quando una persona infetta rilascia il muco o la saliva nell'aria attraverso la tosse o uno starnuto. Il morbillo è uno dei principali assassini di bambini in tutto il mondo. I sintomi più comuni di morbillo comprendono: eruzione cutanea, occhi arrossati, sensibilità alla luce, dolori muscolari, naso che cola, tosse, febbre e macchie bianche all'interno della bocca. Mentre il vaccino contro il morbillo non ha effetti collaterali, in molti casi è stato collegato a sordità, convulsioni, coma e persino alla morte.

Statistiche epidemiche

C'è stato un aumento drammatico del numero di morbillo in Europa nel 2017. Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, ci sono stati 21.315 casi di morbillo segnalati in tutto il continente. La Romania ha contribuito per oltre il 25% di questi casi, con 5.562 infezioni segnalate. Questo è stato un netto aumento rispetto ai 1.576 casi del 2016 ed è stato un aumento del 400% rispetto alle statistiche del 2016, che erano state un minimo storico. Altri paesi in cui l'epidemia di morbillo era prevalente sono l'Italia (5, 006 casi da 843 dell'anno precedente), l'Ucraina (4, 767 da 90), la Grecia (967 da nessuno nel 2016), la Germania (927 da 323), la Serbia (702 da 6), Francia (520 da 79), Russia (408 da nessuno dell'anno precedente), Belgio (369 da 119) e Regno Unito da 282, in realtà un miglioramento rispetto ai 571 casi dell'anno precedente.

Di questi casi, 35 di loro hanno provocato vittime. Tuttavia, questo è un tasso di mortalità inferiore allo 0, 2%, che è molto inferiore alla media globale della morte per cinque infezioni. Tuttavia, anche se questo è annotato, l'aumento dei casi di morbillo è un ostacolo nel piano per eliminare completamente il morbillo e il rosolia dal continente europeo. Secondo il direttore europeo dell'Organizzazione mondiale della sanità, Dr. Zsuzsanna Jakab, tutti, sia adulti che bambini, dovrebbero essere vaccinati per prevenire la cattura della malattia e diffonderla a coloro che non sono ancora in grado di vaccinarsi.

Possibili cause dello scoppio

Secondo l'OMS, le epidemie sono state causate da bassi tassi di vaccinazione e interruzione delle forniture di vaccini a gruppi poveri ed emarginati, che hanno portato a una riduzione sostanziale delle vaccinazioni tra questi gruppi. Inoltre, la situazione era stata aggravata da uno scarso monitoraggio da parte del governo e delle strutture sanitarie. Inoltre, in alcune comunità, come le comunità Rom che vivono in condizioni di estrema povertà in Romania e Bulgaria (che hanno avuto un'epidemia grave nel 2010), c'è un certo livello di apatia nei confronti della vaccinazione a causa delle tradizioni religiose e delle vecchie credenze che collegano MMR vaccini per l'autismo. Inoltre, in Italia, un gruppo vagamente noto come movimento anti vax ha scoraggiato un numero enorme di italiani dall'ottenere vaccini contro il morbillo citando presunti rischi. Di conseguenza, anche quando gli individui sono immunizzati, la comunità nel suo insieme non si sottopone a un programma di vaccinazione comune, un programma noto come "immunità alle mandrie", e questo approccio frammentato alla lotta contro il morbillo contribuisce alle epidemie. Quindi, mentre un paese come l'Inghilterra aveva già raggiunto lo stato di eliminazione del morbillo, l'epidemia di morbillo in Europa ha portato a nuovi casi di morbillo segnalati nelle West Midlands nel 2017.

Aumenta in epidemie di morbillo in Europa

RangoNazioneNumero di casi di morbillo nel 2016Numero di casi di morbillo nel 2017
1Romania15765562
2Italia8435006
3Ucraina904767
4Grecia0967
5Germania323927
6Serbia6702
7Francia79520
8Russia0408
9Belgio119369
10Regno Unito571282

Raccomandato

Dov'è il Far West?
2019
La Corea del Nord è alle Olimpiadi?
2019
Cos'è WikiLeaks? È un'operazione criminale?
2019