I punti caldi della biodiversità dell'Asia occidentale

La biodiversità si riferisce alla quantità e alla varietà della vita nella terra. I livelli di biodiversità si differenziano sulla superficie terrestre in base al clima, con le regioni dei tropici che hanno in media la biodiversità più significativa. Nonostante copra solo il 10% del territorio della terra, le foreste tropicali contengono più specie di qualsiasi altro posto sulla terra con poco più del 90%. La biodiversità all'interno dell'ecosistema marino mondiale è influenzata in modo significativo dalla temperatura superficiale con regioni come il Pacifico occidentale con la più alta biodiversità. Gli hotspot di biodiversità sono aree diverse in tutto il mondo con un'abbondante biodiversità. Sfortunatamente, a causa delle attività umane, le aree affrontano la minaccia di distruzione. Gli hotspot sono distribuiti in modo non uniforme in tutto il mondo con l'Asia occidentale con due punti caldi: la regione del Caucaso e la regione irano-anatolica.

Irano-Anatolian

La regione irano-anatolica si estende attraverso sette nazioni, che comprendono parti del Turkmenistan, dell'Iraq, della Turchia, della Georgia, dell'Iran, dell'Azerbaigian e dell'Armenia. Diverse ecoregioni si trovano nel suo raggio d'azione. Nell'area sono presenti una vasta gamma di specie vegetali tra cui 400 specie vegetali la cui distribuzione è principalmente limitata alla diagonale anatolica. La regione ha alcune delle specie vegetali uniche al mondo come le piante di sale trovate in Anatolia e in Iran. La sezione della regione situata in Turchia ha una varietà di orchidee endemiche del paese la maggior parte delle quali sono classificate come minacciate. Gli individui raccolgono le orchidee in grandi quantità e le utilizzano per fare bevande tradizionali. Oltre alle piante, la regione irano-anatolica ospita anche una collezione unica di specie di uccelli. Molti uccelli che sono considerati minacciati o in via di estinzione si riproducono nella regione irano-anatolica come l'anatra dalla testa bianca e la grande otarda. L'area ospita anche circa 140 specie di mammiferi di cui 10 sono endemici della regione. Il ghepardo asiatico è uno dei mammiferi più minacciati in questa regione. Diverse specie di pesci d'acqua dolce sono endemiche. La regione si trova di fronte a una minaccia significativa della deforestazione che limita l'habitat disponibile per una varietà di specie.

Caucaso

La regione del Caucaso è un hotspot di biodiversità che si trova tra il Mar Caspio e il Mar Nero e si sovrappone a sei diversi paesi, tra cui Turchia, Russia, Iran, Georgia, Azerbaijan e Armenia. Le montagne del Caucaso si trovano in questa regione e una parte della catena montuosa del Grande Caucaso separa la parte orientale dell'Europa dai territori occidentali dell'Asia. La regione fornisce l'habitat a circa 6.400 specie di piante con 1.600 endemici. Vari mammiferi fanno la loro casa nella regione tra cui il bisonte e leopardi persiani. La regione del Caucaso ospita circa 1.000 specie di ragni e circa 70 specie di lumache forestali. Diverse specie di uccelli come il corvo incappucciato e l'aquila reale si trovano in questa regione. La regione è uno degli hotspot biologici più minacciati al mondo principalmente a causa della minaccia del disboscamento illegale. L'inquinamento è anche una delle questioni significative che affliggono la regione, in particolare nelle zone umide.

Conservazione

Le varie specie che vivono sulla terra sono una parte fondamentale dell'ecosistema globale. Diverse nazioni e organizzazioni stanno lavorando insieme per proteggere la biodiversità del mondo incluso il Programma Ambientale delle Nazioni Unite. Alcuni passi sono stati implementati per ridurre l'effetto delle attività umane sull'ecosistema mondiale.

Raccomandato

Qual è la cultura della Guinea-Bissau?
2019
Credenze religiose in Indonesia
2019
Cos'è il fordismo?
2019