I migliori paesi produttori di caffè

Con un caffè in ogni angolo in molte città del mondo, non sorprende che il caffè sia uno dei migliori prodotti al mondo. Essendo la terza bevanda più consumata al mondo, dopo l'acqua e il tè, i chicchi di caffè sono molto richiesti ovunque. Le principali nazioni produttrici producono ciascuno milioni di chilogrammi di chicchi di caffè che trovano la loro strada nelle mani dei consumatori desiderosi.

Secondo solo al petrolio, il caffè è il secondo prodotto più scambiato al mondo, con circa mezzo trilione di tazze consumate ogni anno. Non solo utilizzato per preparare una tazza di joe, il chicco di caffè (attraverso la decaffeinazione) fornisce caffeina per bevande (cola), prodotti farmaceutici e cosmetici. Ci sono due tipi principali di chicchi di caffè: l'Arabica, che rappresenta il 70% del caffè mondiale, e il fagiolo robusta che è molto più economico e facile da coltivare.

Di seguito è riportato un elenco dei primi 10 paesi produttori di caffè del mondo, secondo l'International Coffee Organization.

10. Guatemala - 204.000 tonnellate (449.743.000)

Il Guatemala ha prodotto 204.000 tonnellate di caffè in grani nel 2016, e il loro numero di produzione è rimasto abbastanza costante negli ultimi anni. I chicchi di caffè sono più abbondanti in Guatemala negli anni in cui la temperatura si aggira tra 16 e 32 ° C, e ad altitudini tra i 500 ei 5.000 metri sul livello del mare. Il Guatemala è stato il principale produttore dell'America centrale fino a quando non è stato superato dall'Honduras nel 2011.

Il Guatemala entrò nel gioco del caffè prevalentemente per trovare un'esportazione in sostituzione dell'indaco e della cocciniglia, due delle loro prime esportazioni rese inutilizzabili una volta che le tinture chimiche furono inventate nel 1800. A quel tempo, il governo ha iniziato una politica di sostegno per il settore offrendo vantaggi commerciali e fiscali. Negli anni '60, il governo ha ulteriormente spinto verso una maggiore domanda globale di caffè guatemalteco attraverso la creazione di Anacafé (Asociación Nacional del Café), un'associazione di marketing che fino ad oggi continua a promuovere i prodotti a base di caffè della nazione in tutto il mondo.

9. Messico - 234.000 tonnellate (515.881.000 sterline)

Nel 2016, il Messico ha prodotto oltre 234.000 tonnellate di caffè in grani. La nazione produce prevalentemente semi di arabica di alta qualità coltivati ​​nelle regioni costiere vicino al confine con il Guatemala. Il Messico è responsabile della maggior parte delle importazioni di caffè negli Stati Uniti.

Negli anni '90, c'è stata una crisi nella produzione di caffè in Messico quando l'accordo internazionale sul caffè è stato smantellato e i prezzi del caffè e le quote di esportazione nel mondo non erano più strettamente controllati, portando all'incapacità del Messico di competere nel mercato globale. Questo calo dei prezzi del caffè e della produzione ha portato a perdite di reddito e problemi sociali in tutta la nazione del Messico. Mentre la produzione di caffè è diminuita negli anni '90 e negli anni 2000, la domanda costante dagli Stati Uniti ha portato ad una ripresa del mercato messicano del caffè, da un minimo storico di 1, 7 milioni di sacchi (60 kg) nel 2005 a 4, 0 milioni nel 2014 .

8. Uganda: 288.000 tonnellate (634.931.000 sterline)

Mentre l'Uganda potrebbe non venire in mente quando si pensa alla produzione di caffè, è l'esportazione più redditizia della nazione centro-africana con 288.000 tonnellate prodotte nel 2016. Ha superato il Messico nel 2015 per diventare l'ottavo produttore di caffè al mondo. La nazione coltiva sia i fagioli robusta - un raccolto originario dell'area forestale di Kibale - che i fagioli arabici della vicina Etiopia.

Il caffè è una parte vitale dell'economia ugandese, con una grande parte della popolazione che lavora nelle industrie legate al caffè. La produzione di caffè era inizialmente un settore controllato dallo stato ragionevolmente infruttuoso. Tuttavia, dopo la privatizzazione del governo nel 1991, è stata osservata una forte rinascita del settore, che ha portato ad un aumento della produzione del 5100% dal 1989. Tuttavia, il governo continua a esercitare il controllo sull'industria, con il flusso fuori dal paese controllato dall'Uganda Autorità per lo sviluppo del caffè.

7. India - 348.000 tonnellate (767.208.000 sterline)

L'India ha prodotto 348.000 tonnellate di fagioli nel 2016. Non ovunque l'India è adatta alla crescita dei chicchi di caffè - la maggior parte della crescita viene effettuata nei tratti collinari della parte meridionale del paese. I fagioli sono coltivati ​​da piccoli coltivatori in condizioni di precipitazioni monsoniche e spesso piantati insieme a spezie come il cardamomo e la cannella, che conferiscono al caffè un gusto e un aroma speziati. Nel 2004, il marchio Indian Coffee Tata ha vinto tre medaglie d'oro al concorso Grand Cus De Cafe. Poiché il caffè non è così popolare come il tè in India, l'80% della produzione di caffè del paese è destinato all'esportazione, con i principali acquirenti europei e russi.

6. Honduras - 348.000 tonnellate (767.208.000 sterline)

L'Honduras ha prodotto 348.000 tonnellate di caffè nel 2016, quasi in linea con il picco del raccolto di 354.180 chili del 2011. L'Honduras ha superato altri paesi per diventare il principale produttore di caffè dell'America centrale. Tuttavia, il caffè prodotto in Honduras soffre ancora di una mancanza di marchio nazionale. Mentre la maggior parte delle persone riconosce il caffè colombiano o etiope, i fagioli dell'Honduras vengono utilizzati principalmente nelle miscele e sono quindi meno riconoscibili per il consumatore medio. Tuttavia, il caffè rimane una parte vitale dell'economia honduregna e l'industria del caffè fornisce continuamente occupazione e reddito a gran parte della popolazione.

5. Etiopia: 384.000 tonnellate (846.575.000 sterline)

L'Etiopia produce grandi volumi di caffè in grani ogni anno, con 384.000 tonnellate nel solo 2016. L'Etiopia è la casa geografica del caffè Arabica, i fagioli più popolari in tutto il mondo. Non è una piccola parte della loro economia - oltre il 28% delle esportazioni annuali dell'Etiopia sono il risultato del caffè - e si stima che 15 milioni di cittadini siano impiegati nella produzione di caffè.

L'Etiopia ha una cultura del caffè molto ricca. Per oltre 1.100 anni, nella nazione sono stati notati fagioli con un effetto stimolante da sfortunati contadini e pastori le cui mandrie hanno mangiato per mangiarli. Dall'addomesticamento della pianta e dall'inizio della coltivazione del chicco di caffè, sono state sviluppate varianti regionali del fagiolo Arabica, ciascuna con il proprio nome e gusto caratteristico. I fagioli Harar, Limu, Sidamo e Yirgacheffe sono tutti varietà di marchio del fagiolo Arabica, con i diritti di proprietà e protetti dal governo dell'Etiopia.

4. Indonesia - 660.000 tonnellate (1.455.050.000 sterline)

Anche se potrebbero non essere conosciuti a livello internazionale come i migliori produttori, la nazione dell'Indonesia ha prodotto oltre 660.000 tonnellate di chicchi di caffè nel 2016. L'Indonesia ha optato per una quantità rispetto al metodo di qualità, poiché il clima è più adatto per la produzione di Fagioli robusta di qualità (meno apprezzati dei semi di Arabica provenienti da nazioni come il Brasile e la Colombia). Tuttavia, nonostante questo, il paese ha una posizione geografica ideale per la piantagione di caffè, in quanto è vicino all'equatore e ha numerose regioni montuose che ben si adattano alla produzione di caffè.

La produzione di caffè è stata introdotta in Indonesia dai coloni olandesi e la produzione è proseguita dopo la colonizzazione, poiché il clima dell'Indonesia è adatto per la pianta. Le piantagioni di caffè coprono attualmente oltre 1 milione di ettari di territorio indonesiano, con oltre il 90% delle terre coltivate coltivate da piccoli produttori.

3. Colombia - 810.000 tonnellate (1.785.744.000 sterline)

Il caffè della Colombia è famoso in tutto il mondo. Tuttavia, il clima ha recentemente giocato un ruolo negativo nella produzione di caffè colombiano. Tra il 1980 e il 2010, le temperature sono lentamente aumentate, così come le precipitazioni. Entrambi questi fattori mettono a repentaglio i requisiti climatici necessari per produrre il tipo di fagiolo favorito in Colombia. Era tradizionalmente seconda al Brasile per la produzione di caffè, ma si è trasferito a terzi a causa della rapida espansione della produzione del Vietnam. Anche con l'effetto del clima, ha una produzione di 810.000 tonnellate di chicchi di caffè nel 2016, la Colombia rimane un attore chiave nel gioco internazionale del caffè.

2. Vietnam - 1.650.000 tonnellate (3.637.627.000 sterline)

Mentre molti hanno familiarità con il caffè vietnamita, una bevanda firma dove il caffè è mescolato con latte condensato zuccherato, il Vietnam è la seconda nazione produttrice di caffè al mondo - 1.650.000 tonnellate solo nel 2016. Mentre ci fu comprensibilmente una pausa durante e dopo la guerra del Vietnam, il caffè rimase una parte enorme dell'economia vietnamita, con l'unica esportazione maggiore essendo il riso. Il Vietnam ha registrato una rapida espansione della produzione di caffè da soli 6.000 tonnellate nel 1975 a quasi 2 milioni di tonnellate nel 2016. Questa crescita ha portato il Vietnam a mantenere il secondo posto nei più importanti paesi produttori di caffè del mondo.

1. Brasile - 2.595.000 tonnellate (5.714.381.000 sterline)

Il Brasile è il più grande produttore di caffè al mondo. Nel 2016, il Brasile ha prodotto ben 2.595.000 tonnellate di caffè in grani. Non è un nuovo sviluppo, poiché il Brasile è stato il più alto produttore mondiale di caffè in grani da oltre 150 anni.

Le piantagioni di caffè coprono circa 27.000 chilometri quadrati del Brasile, con la maggioranza situata a Minas Gerais, San Paolo e Paranà, tre stati sud-orientali dove clima e temperatura sono ideali per la produzione di caffè. Il Brasile si distingue anche dalle altre nazioni produttrici di caffè in quanto i brasiliani trattano il caffè usando il processo a secco (caffè non lavato), dove le ciliegie del caffè vengono essiccate al sole anziché lavate in un processo umido.

I migliori paesi produttori di caffè

RangopaeseProduzione di caffè (tonnellate metriche)Produzione di caffè (sterline)
1Brasile2.592.0005.714.381 mila
2Vietnam1.650.0003.637.627 mila
3Colombia810.0001.785.744 mila
4Indonesia660.0001.455.050 mila
5Etiopia384.000846.575.000
6Honduras348.000767.208.000
7India348.000767.208.000
8Uganda288.000634.931.000
9Messico234.000515.881.000
10Guatemala204.000449.743.000
11Perù192.000423.287.000
12Nicaragua132.000291.010.000
13Cina (2013/14 est.) [2]116.820257.544.000
14Costa d'Avorio108.000238.099.000
15Costa Rica89.520197.357.000
16Kenia49.980110.187.000
17Papua Nuova Guinea48.000105.821.000
18Tanzania48.000105.821.000
19El Salvador45.720100.795.000
20Ecuador42.00092.594.000
21Camerun34.20075.398.000
22Laos31.20068.784.000
23Madagascar31.20068.784.000
24Gabon30.00066.138.000
25Tailandia30.00066.138.000
26Venezuela30.00066.138.000
27Repubblica Dominicana24.00052.910.000
28Haiti21.00046.297.000
29Repubblica Democratica del Congo20.10044.312.000
30Ruanda15.00033.069.000
31Burundi12.00026.455.000
32Filippine12.00026.455.000
33Andare12.00026.455.000
34Guinea9.60021.164.000
35yemen7.20015.873.000
36Cuba6.00013.227.000
37Panama6.00013.227.000
38Bolivia5.40011.904.000
39Timor Est4.80010.582.000
40Repubblica Centrafricana3.9008.598.000
41Nigeria2.4005.291.000
42Ghana2.2204.894.000
43Sierra Leone2.1604.761.000
44angola2.1004.629.000
45Giamaica1.2602.777.000
46Paraguay1.2002.645.000
47Malawi9602.116.000
48Trinidad e Tobago7201.587.000
49Zimbabwe6001.322.000
50Liberia360793.000

Raccomandato

I 10 animali più dormienti del mondo
2019
Acquari più antichi negli Stati Uniti
2019
Chi ha scritto lo Star Spangled Banner?
2019