I 10 migliori paesi produttori di cacao

Il cioccolato significa molte cose per persone diverse: può essere un piacere speciale, un piacere colpevole o una prelibatezza da meditare e valutare molto come il vino. Ma per molte persone in tutto il mondo, è anche un'industria seria. Entro il 2016, il mercato globale del cioccolato avrà un valore di $ 98, 3 miliardi.

Il cioccolato è fatto con le fave di cacao che, logicamente, crescono sugli alberi di cacao. Gli storici ritengono che il consumo di cioccolato sia nato nelle società precolombiane dell'America centrale almeno cinque millenni fa. Oggi, tuttavia, la produzione e il consumo di questo dolcetto è una complessa rete commerciale mondiale

Non sorprende che la maggior parte dei primi 10 paesi produttori di cacao provenga da climi caldi e umidi simili a quelli in cui è stato originato il fagiolo. Tuttavia, le nazioni di tutti e quattro i continenti fanno la top 10, e il contingente più grande non viene dalle Americhe, con quattro delle prime cinque nazioni trovate in Africa.

Quindi chi guida il complesso choco-industriale globale? In altre parole, quali nazioni raccolgono e producono le maggiori colture di semi di cacao per soddisfare i più golosi della Terra? Secondo l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura, questi sono i migliori produttori di cacao al mondo:

10 - Repubblica Dominicana

Quando si tratta di cioccolato fatto eticamente, la Repubblica Dominicana ha preso un vantaggio globale in due modi. Uno, il governo lavora per garantire che la sua produzione di cacao sia fatta in modo ambientalmente sostenibile. Inoltre, fino al 2009, la Repubblica Dominicana ha guidato il mondo nella produzione di cacao "certificata Fairtrade" e rimane ancora un leader mondiale in questo settore. I prodotti equosolidali sono quelli che sono stati controllati dalle organizzazioni del commercio globale per garantire che gli agricoltori ricevano un compenso adeguato per le loro colture.

La Repubblica Dominicana è stata storicamente nota per due diversi tipi di cacao: un prodotto burroso, più economico, noto come Sanchez e un fagiolo più secco e meglio fermentato chiamato Hispaniola . Combinato, il paese ha prodotto un totale di 68.021 tonnellate di fagioli nel 2013.

9 - Perù

In Perù, la crescente capacità di cacao è stata limitata dalla forte concorrenza sui terreni agricoli. Un'altra pianta simile alla farro, la coca, dalla quale viene prodotta la cocaina, cresce bene in climi simili e preleva un prezzo molto più alto, costringendo i coltivatori di cacao ad abbandonare gli affari.

In effetti, negli ultimi anni, il Perù è diventato il più grande produttore mondiale di cocaina. Oltre 60.000 ettari di terra sono in uso per la coca, con la conseguente produzione di circa 340 tonnellate di cocaina. In confronto, l'albero del cacao occupa solo 48.000 ettari di terra peruviana, con una produzione totale di cacao di 71.175 tonnellate di semi di cacao.

8 - Messico

I giganti del cioccolato Hershey e Ferrero hanno recentemente investito molto in impianti per la produzione di cacao in Messico, ma nonostante i profondi investimenti, la produzione di cacao messicana è in realtà diminuita del 50% circa dall'inizio degli anni 2000. In effetti, il Messico deve importare più cacao di quanto esporti.

Uno dei principali motivi del declino del cacao in Messico è la malattia. Il marciume del gelo ghiacciato ha devastato il raccolto messicano di cacao in passato. Ci sono segni di speranza, tuttavia - le nuove piante ibride si stanno dimostrando resistenti alla malattia, e lo scorso anno il Messico ha prodotto oltre 82.000 tonnellate di fave di cacao, secondo la FAO.

7 - Ecuador

L'industria del cacao in Ecuador è una delle più antiche al mondo: nell'Amazzonia ecuadoriana, gli archeologi hanno recentemente scoperto tracce di cacao in ceramica di oltre 5.000 anni. Questa lunga storia è onorato oggi, con la produzione totale della nazione che pesa 128.446 tonnellate.

La produzione di cacao in Ecuador non può eguagliare le superpotenze mondiali di cacao nell'Africa occidentale in termini di produzione lorda, ma molti intenditori di cioccolato ritengono che l'Ecuador sia il massimo in termini di qualità. Mentre molte multinazionali si rivolgono all'Africa per la base delle loro prelibatezze di cioccolata lavorata, i più piccoli cioccolatieri artigianali guardano al cacao ecuadoriano per fornire i gusti complessi che bramano.

6 - Brasile

Il mondo vuole decisamente più cacao di quello che può produrre. Da nessuna parte questo è più evidente del Brasile, un paese la cui produzione di cacao è diminuita costantemente negli ultimi anni. In effetti, il Brasile è stato un importatore netto di cacao - significa che i brasiliani mangiano più cacao di quanto vendono - dal 1998.

E non è probabile che cambi presto: il governo brasiliano prevede che la produzione di cacao brasiliano calerà di un altro 15, 7% tra oggi e il 2024. Tuttavia, il Brasile rimane il più grande produttore di cacao nelle Americhe, raccogliendo 256.186 tonnellate di semi di cacao nel 2013.

5 - Camerun

Dalla casa del cioccolato in Sud America, la lista ora viaggia attraverso l'Oceano Atlantico verso l'Africa, dove si trovano tutti tranne uno dei primi cinque paesi produttori di cacao del mondo. In termini di massa totale, l'Africa occidentale produce più cacao di qualsiasi altra regione del mondo.

Il Camerun è stato storicamente uno dei maggiori produttori mondiali di cacao, con una crescita di 275.000 tonnellate nel 2013. Nonostante questo, il commercio del cacao in Camerun è minacciato. La cattiva gestione del raccolto di cacao ha portato a una situazione drammatica: molti degli alberi di cacao del Camerun hanno superato l'età della produzione primaria. Senza alberi più recenti o spazio sufficiente per piantare, i coltivatori di cacao del Camerun stanno cercando di affrontare una dura battaglia.

4 - Nigeria

La Nigeria, d'altra parte, prevedeva di aumentare la produzione di cacao da 367.000 a 421.300 tonnellate nel 2013-14. L'aumento dei prezzi globali, la domanda e la maggiore disponibilità di tecnologie agricole all'avanguardia hanno alimentato una crescita significativa nell'industria del cacao in Nigeria.

Questi indicatori positivi non vogliono dire che l'industria del cacao della Nigeria è priva di problemi. Oxfam ha identificato una grave mancanza di uguaglianza di genere nelle fattorie di cacao in Nigeria. Dicono che le donne e gli uomini che svolgono gli stessi ruoli nel processo di raccolta del cacao sono spesso pagati in modo diseguale.

3 - Indonesia

L'Indonesia non coltivò quasi nessun cacao prima dei primi anni '80, quando la produzione decollò come un razzo. Ora è il terzo produttore mondiale di semi di cacao, in crescita di 777.500 tonnellate nel 2013, secondo la FAO.

Una delle principali preoccupazioni per il raccolto di cacao indonesiano è l'insetto borneo, che ha recentemente danneggiato la crescita del settore. Fino all'inizio degli anni 2000, l'industria del cacao in Indonesia era stata su una strada rialzata, ma da allora si è stabilizzata. Come il Ghana e la Costa d'Avorio, la maggior parte del raccolto di cacao indonesiano proviene da piccole fattorie, che l'Overseas Development Institute sostiene è un metodo molto più efficiente rispetto alle grandi aziende agricole.

2 - Ghana

In Ghana, il cacao è il re, con la produzione che rappresenta poco meno di un sesto del PIL del paese. Oltre i tre quarti degli agricoltori del paese si definiscono piccoli contadini, il che significa che la fattoria del cacao è posseduta e mantenuta dagli agricoltori che vivono nella proprietà. Nonostante la mancanza di controllo aziendale - o forse a causa di esso altrove - i costi operativi elevati stanno prendendo il loro tributo sull'industria del cacao del Ghana.

Alcuni coltivatori di cacao del Ghana hanno iniziato a contrabbandare il loro cacao in Costa d'Avorio, dove il cacao è venduto per il 50% in più. Con 835.466 tonnellate coltivate nella nazione dell'Africa occidentale, si tratta di un sacco di contrabbando.

1 - Costa d'Avorio

La Costa d'Avorio fornisce il 30 percento del cacao totale mondiale, portando il resto del mondo di oltre mezzo milione di tonnellate con una produzione totale di 1.448.992 tonnellate. Aziende come Nestle e Cadbury ricevono gran parte del loro cacao dalla Costa d'Avorio e il Cacao da solo è responsabile di quasi i due terzi delle entrate commerciali che arrivano nella nazione.

Di recente, sono state sollevate serie preoccupazioni riguardo alla produzione di cacao qui. I bambini lavoratori, alcuni dei quali sono sottoposti a settimane di lavoro di 100 ore e abusi fisici, sono stati scoperti in molte delle fattorie responsabili della produzione gigantesca della nazione. Oltre alle dure condizioni di lavoro, i bambini lavoratori in Costa d'Avorio spesso non ricevono alcuna istruzione.

Un coltivatore di cacao della Costa d'Avorio ha fatto scalpore lo scorso anno quando è stato protagonista di una barretta di cioccolato in un video diventato virale. Nonostante coltivasse il cacao per tutta la sua vita, non aveva mai assaggiato il cioccolato.

I migliori paesi produttori di cacao nel mondo

RangoNazioneProduzione (tonnellate)
1Costa d'Avorio1.448.992
2Ghana835.466
3Indonesia777.500
4Nigeria367.000
5Camerun275.000
6Brasile256.186
7Ecuador128.446
8Messico82.000
9Perù71.175
10Repubblica Dominicana68.021
11Colombia46.739
12Papua Nuova Guinea41.200
13Venezuela31.236
14Uganda20.000
15Andare15.000
16Sierra Leone14.850
17Guatemala13.127
18India13.000
19Haiti10.000
20Madagascar9.000

Raccomandato

Chi sono i Kunama People?
2019
Le quattro isole maggiori delle isole Baleari
2019
Quali lingue sono parlate in Turchia
2019