Gertrude Stein - Scrittore, collezionista d'arte, poeta

Gertrude Stein era una scrittrice americana e molto apprezzata collezionista d'arte a Parigi. Sebbene fosse cresciuta a Oakland, in California, Stein nacque a Pittsburgh, in Pennsylvania, il 3 febbraio 1874. All'età di 29 anni, si trasferì a Parigi dove sarebbe vissuta come espatriata per il resto della sua vita. Stein potrebbe essere meglio conosciuta per il suo salone al 27 di Rue de Fleurus, che ospitava i migliori artisti e autori di arte e letteratura modernista. Tra i suoi ospiti abituali c'erano Pablo Picasso, Ezra Pound, Henri Matisse Ernest Hemingway, F. Scott Fitzgerald e Sinclair Lewis. Sebbene i circoli che intratteneva regolarmente fossero leggendari, Stein fu anche uno dei primi sostenitori delle relazioni omosessuali di cui scrisse nel suo libro bestseller, L'autobiografia di Alice B. Toklas, scritta come la sua compagna di vita, Alice B. Toklas.

Significato storico e eredità

Gertrude Stein nel 1934. Dalla collezione di fotografie Carl Van Vechten.

Prima di essere conosciuta per la sua collezione di arte e persone, Gertrude Stein era storicamente importante per le sue opere scritte sul romanticismo lesbico. I suoi libri sull'amore omosessuale, che a volte includevano gli amici di Stein, comprendono QED, Fernhurst, Three Lives e The Making of Americans. Stein ha anche scritto sulla sessualità lesbica in Tender Buttons. Tutte le sue opere furono scritte dopo il suo trasferimento a Parigi nel 1903.

Stein è anche di notevole importanza storica come donna ebrea che vive nella Francia occupata dai nazisti durante la seconda guerra mondiale. Molti sospettano che Stein sia stato in grado di continuare a vivere a Parigi come collezionista d'arte a causa di Bernard Faÿ, un alto ufficiale del governo di Vichy e un collaboratore nazista che le assicurò sicurezza durante tutta la guerra.

Collezione d'arte

Ancora una volta, l'impressionante collezione d'arte di Gertrude e le persone con cui ha riempito la sua casa sono tra i contributi più ricordati che ha impressionato su Parigi all'inizio del XX secolo. Per evitare interruzioni durante le sue giornate di scrittura, Stein ha messo da parte il sabato sera per ospitare un incontro formale per ricevere e socializzare con il suo roster di artisti di vari mezzi. Mentre Stein intratteneva gli uomini di talento nel leggendario salone 27 Rue de Fleurus, la sua compagna di vita, Alice B. Toklas, ospitava le mogli, le fidanzate e le amanti degli uomini in una stanza separata.

Prima del suo salone con Alice B. Toklas, Stein, insieme al fratello maggiore Leo Stein, aveva riempito il loro studio di dipinti di Pierre Bonnard, Henri Matisse, Pablo Picasso, Paul Cézanne, Pierre-Auguste Renoir, Henri Manguin e Henri de Toulouse-Lautrec all'inizio del 1906, a soli tre anni dal trasferimento a Parigi. La coppia ha contribuito a due delle mostre d'arte più famose durante il loro tempo insieme a Parigi prestando pezzi dalla loro collezione e talvolta frequentando gli artisti presenti nelle mostre.

È tutto in famiglia

Sebbene Stein fosse chiaramente dotato di un occhio per la scelta dei prossimi grandi artisti, la capacità di identificare e investire in artisti di talento era un tratto familiare. Il fratello Stein più anziano, Michael, e sua moglie Sarah erano anche collezionisti d'arte. La coppia ha favorito Henri Matisse e riflette il loro affetto per la sua arte enfatizzando le sue opere tra le loro collezioni. Un collezionista della sua opera, il salone di Gertrude Stein era pieno di opere di Renoir, Picasso e Cezanne di Matisse.

Raccomandato

Qual è la cultura della Guinea-Bissau?
2019
Credenze religiose in Indonesia
2019
Cos'è il fordismo?
2019