Eva Perón Biografia

Gli stendardi e le bandiere ondeggiano sopra un mare di umanità. Non c'è spazio per una singola persona in Plaza de Mayo. Migliaia di persone si sono riunite qui per ascoltare rapatamente Eva Perón. Uomini e donne piangono apertamente. Un'Emiliata emacia sta salutando i suoi amati descamisados, come affettuosamente chiama i diseredati.

Quando Evita termina il suo discorso, si gira e nasconde il viso nel petto del presidente Perón. E piange. Lui la stringe forte. Neanche lui vuole perderla. La data è il 1 maggio 1952.

Il 26 luglio, Evita perse la sua battaglia contro il cancro. Aveva solo 33 anni.

Primi anni di vita

Maria Eva Duarte è nata il 7 maggio 1919 in una piccola città chiamata Los Toldos. Era la figlia illegittima di un ricco proprietario di un ranch. Eva e la sua famiglia vivevano in povertà dopo la morte del loro padre. All'età di 15 anni, Eva decise di trasferirsi a Buenos Aires per diventare attrice. Negli anni seguenti, Eva ebbe un discreto successo nel teatro e nella radio.

Come stella radiofonica, Evita ricevette un invito a un gala per la raccolta di fondi nel maggio 1944. Era a sostegno delle vittime del terremoto che aveva appiattito la città di San Juan nell'Argentina occidentale. Lì incontrò l'amore della sua vita, il generale Juan Domingo Perón. All'epoca, il generale Perón era a capo dell'Agenzia per il lavoro e l'assistenza sociale. Si sono sposati nel 1945.

First Lady

Evita ha sostenuto il marito durante tutta la sua vita politica. Quando Perón entrò in carica nel 1946, Evita decise che sarebbe stata una First Lady pratica e divenne il difensore della giustizia sociale. Ha anche sviluppato uno stretto rapporto con i sindacati. Le ha dato una solida base di potere i cui voti sarebbero stati determinanti nella carriera del marito.

Poiché Eva Perón aveva conosciuto la povertà molto presto, dedicò il suo tempo e le sue energie per aiutare i bisognosi. All'inizio, ha ricevuto supplicanti nel suo ufficio e ha distribuito tutto ciò di cui avevano bisogno. Potrebbe essere qualsiasi cosa, dai vestiti nuovi a una macchina da cucire. Alla fine Evita creò una fondazione di beneficenza che si chiamava per raggiungere più persone. Ha lavorato instancabilmente per i suoi descamisados .

Diritti delle donne

Un altro problema vicino al suo cuore erano i diritti di voto delle donne. Evita organizzò il ramo femminile del Partido Justicialista, il partito politico che Perón aveva creato. Fecero una campagna implacabile, a volte insieme ad altri leader femministi e precursori. Il Congresso approvò la legge 13010 il 9 settembre 1947. Evita fece un annuncio gioioso dal balcone di Casa Rosada, la Casa del Governo.

Le donne argentine hanno esercitato il loro nuovo diritto di voto alle elezioni legislative del 1951. Per la prima volta nella storia, le donne sono state elette alla Camera dei rappresentanti e al Senato. Evita era malata di gravità per allora. Una speciale urna è stata portata al suo capezzale, così da poter votare anche lei.

Eva Perón è stata venerata dalle persone che ha aiutato e insultata dal resto. Le classi medie e superiori pensavano che fosse una spietata climber sociale e una opportunista. La polarizzazione continua fino ad oggi.

Raccomandato

Dov'è il Far West?
2019
La Corea del Nord è alle Olimpiadi?
2019
Cos'è WikiLeaks? È un'operazione criminale?
2019