Demografia religiosa del sud-est asiatico

L'Asia sudorientale ha una ricca storia di civiltà diverse che ha portato oggi ad una società complessa. Gli umani hanno abitato questa zona per circa 45.000 anni e hanno avuto origine nel subcontinente indiano. Il popolo austronesiano emigrò qui dall'attuale Taiwan intorno al 2000 aC. Hanno convissuto con gruppi tribali come i negritos nelle Filippine e i papuasi della Nuova Guinea. Questi primi abitanti furono esploratori di successo e viaggiarono fino al Madagascar per via marittima, cosa che influenzò il commercio tra le regioni asiatiche ed europee. La mobilità tra le diverse nazioni ha avuto un impatto su tutti gli aspetti della cultura, compresa la religione.

Demografia religiosa

induismo

La prima religione praticata in tutta la regione era l'animismo, la convinzione che piante e animali possedessero spiriti. I commercianti indiani in seguito introdussero l'induismo intorno al I secolo d.C. che portò alla creazione di diversi regni grandi e potenti. L'induismo una volta era così popolare che era la religione di stato di diversi paesi del sud-est asiatico. Questo fatto è rimasto valido fino al 13 ° secolo. Entro il 14 ° secolo, la maggior parte dei luoghi si era rivolta al buddismo nel tentativo di allontanarsi dal sistema di caste che è così prevalente nell'induismo. La prova della religione, tuttavia, rimane. Un esempio è il tempio di Angkor Wat in Cambogia. In Thailandia, le persone adorano ancora alcuni dei indù. Oggi la religione è praticata principalmente nelle isole Andamane e Nicobare.

buddismo

Mentre l'Induismo era influente in tutta la regione, il Buddismo prese piede e rimase prominente in molti paesi. Dal IX al XIII secolo, il Buddhismo Mahayana fu la principale pratica religiosa, e continuò ad influenzare il linguaggio, l'arte e l'architettura. Il buddismo Theravada si diffuse attraverso il continente sud-est asiatico e nel 500 dC era presente in Birmania, Tailandia, Cambogia e Laos. A differenza di altre religioni, il buddismo si diffuse attraverso il popolo, non l'élite dominante. Oggi la Thailandia è buddista al 98, 3%. In Birmania, l'89% della popolazione pratica il buddismo e in Laos è il 67%. Il Vietnam, una volta maggioritario buddista, ora ha una popolazione del 16, 4% che si identifica con la religione.

Islam

All'inizio del 9 ° secolo, i commercianti arabi cominciarono a giocare un ruolo chiave nel commercio internazionale. Nel 674 d.C. fu stabilito un insediamento musulmano sulla costa occidentale di Sumatra e lentamente si diffuse ad altre comunità. Non è stato, tuttavia, fino al 12 ° secolo che la religione ha iniziato a diffondersi in modo significativo. Diversi sovrani dell'epoca si convertirono o si sposarono con persone di fede e stabilirono l'Islam come religione di stato. Inoltre, i missionari portavano l'ideologia in Indonesia e in Malesia. Oggi l'Islam è la religione maggioritaria in Brunei (67%), Isole Cocos (80%), Indonesia (87, 18%) e Malesia (60, 4%).

cristianesimo

L'altra grande religione trovata nel sud-est asiatico è il cristianesimo. Il cattolicesimo, un ramo del cristianesimo, arrivò molto più tardi delle altre religioni. Fu introdotto con l'arrivo degli spagnoli nel 1500 che colonizzarono l'Indonesia. Questo paese è stato governato dagli spagnoli per 300 anni che hanno portato alla loro conversione religiosa. Nel 1975, l'Indonesia ha annullato il governo portoghese invadendo la colonia portoghese di Timor Est. A quel tempo, solo il 20% degli abitanti di Timor Est si considerava cattolico. Oggi l'80% della popolazione delle Filippine è cattolica e nel Timor orientale il numero sale al 97%.

Cambiando religione

Con così tante religioni attive in tutta l'area, il Sud-Est asiatico è una delle regioni religiosamente più diverse al mondo. In tempi storici, queste nazioni praticavano una relativa tolleranza religiosa. Oggi, tuttavia, questa tolleranza può essere dissipata dal momento che alcuni dei seguaci religiosi hanno iniziato a scontrarsi violentemente. Questo fatto è in gran parte dovuto all'estremismo di tutte le religioni. Poiché il Sud-est asiatico continua a subire drastici cambiamenti nello sviluppo sociale ed economico, anche i dati demografici religiosi cambieranno.

Demografia religiosa delle nazioni del sud-est asiatico / territori dipendenti

NazioneLe religioni
Isole Andamane e NicobarePrevalentemente induista, con significative minoranze musulmane, cristiane e sikh
BruneiIslam (67%), buddismo, cristianesimo, altri (credenze indigene, ecc.)
BurmaBuddismo (89%), Islam, Cristianesimo, Induismo, Animismo, altri
CambogiaBuddismo (97%), Islam, Cristianesimo, Animismo, altri
Isola di NataleBuddismo, Islam, Cristianesimo
Isole Cocos (Keeling)Islam (80%), altri
Timor EstCattolicesimo romano (97%), Islam, protestantesimo, buddismo, induismo
IndonesiaIslam (87, 18%), protestantesimo, cattolicesimo romano, induismo, buddismo, altri
LaosBuddismo (67%), animismo, cristianesimo, altri
MalaysiaIslam (60, 4%), buddismo, cristianesimo, induismo, animismo
FilippineCattolicesimo romano (80%), Islam (11%), Altro cristiano (3%), Buddismo (2%), Animismo (1, 25%), altri (0, 35%)
SingaporeBuddismo, Cristianesimo, Islam, Taoismo, Induismo, altri
TailandiaBuddismo (93, 83%), Islam (4, 56%), Cristianesimo (0, 8%), Induismo (0, 011%), altri (0, 079%)
VietnamReligione popolare vietnamita (45, 3%), Buddismo (16, 4%), Cristianesimo (8, 2%), Musulmano (0, 2%), Altro (0, 4%), Non identificato (29, 6)

Raccomandato

Siti del patrimonio mondiale dell'Unesco in Ucraina
2019
In quale stato si trova Washington, DC In?
2019
Cosa significano i colori e i simboli della bandiera della Corea del Sud?
2019