Cos'è un'oasi?

Cos'è un'oasi?

Un'oasi è una fonte d'acqua inaspettata situata nel deserto. Questa acqua fornisce il sollievo tanto necessario nel mezzo del deserto e consente la crescita della vegetazione. Questa vegetazione isolata è spesso il modo in cui un'oasi viene identificata. Gli animali trovano spesso rifugio in un'oasi, nutrendosi delle piante circostanti e bevendo l'acqua. Se l'oasi è abbastanza grande, anche gli insediamenti umani potrebbero sorgere nelle vicinanze.

In tutto il mondo, il deserto del Sahara ospita alcune delle più grandi riserve idriche sotterranee. Le stime suggeriscono che ci sono ben 90 oasi situate lì. Tuttavia, il Sahara è così grande che viaggiare tra i siti di oasi può richiedere spesso giorni o addirittura settimane. Storicamente, questo ha causato alle oasi di diventare importanti tappe lungo le rotte commerciali e di trasporto. Le oasi forniscono un posto dove fare rifornimento di cibo e acqua. A causa di questa importanza, molte forze politiche, economiche e militari hanno cercato di controllare il flusso di merci e persone dentro e fuori dalle oasi. Questo controllo conferisce potere a questi gruppi sul commercio che entra nell'area.

Come si forma un'oasi?

Le oasi vengono create quando falde acquifere sotterranee o fiumi raggiungono la superficie del terreno. Ciò può verificarsi per pressione naturale o per pozzi artificiali. Gli scienziati hanno anche identificato alcuni temporali come causa e fonte di alcune oasi. I temporali portano acqua piovana pesante che rimane intrappolata nelle sacche d'aria di uno strato di roccia impermeabile, oppure l'acqua si raccoglie in faglie e dighe vulcaniche e sottosuperficiali.

In che modo le piante iniziano a crescere nel mezzo del deserto? È qui che gli uccelli migratori svolgono un ruolo fondamentale. Gli uccelli migratori sono attratti dalla fonte d'acqua mentre attraversano il deserto. Mentre sono raccolti nel sito, gli uccelli espellono i semi che hanno consumato lungo il percorso migratorio. La fonte d'acqua stabile consente a questi semi di germinare, mettere radici e crescere. Nel tempo, queste piante producono più semi e la vegetazione continua a moltiplicarsi - entro i confini della fonte d'acqua.

Umani e Oasi

Poiché le oasi forniscono un'area fertile nel mezzo di un terreno altrimenti infertile, gli esseri umani sono stati attratti da questi siti per centinaia di anni. Una volta che un insediamento sorge in un sito di oasi, le persone che vivono lì devono controllare attentamente l'uso dell'acqua. Questo di solito viene fatto tramite pozzi e sistemi di irrigazione. Irrigando il terreno, gli abitanti sono in grado di produrre e raccogliere diverse colture, tra cui cotone, olive, fichi, datteri, mais, grano, agrumi e albicocche. Per quanto riguarda l'agricoltura, le palme da dattero sono particolarmente utili. Questo perché i palmi delle date crescono più in alto rispetto alle altre piante, formando uno strato superiore che fornisce ombra alle piante sottostanti. Questa sfumatura impedisce al sole di bruciare altre colture e aiuta a prevenire la rapida evaporazione dell'acqua scarsa.

Minacce ambientali alle oasi

Una delle più grandi minacce all'ambiente oasi è in realtà la sua posizione. Le sabbie del deserto che penetrano nell'oasi di approvvigionamento idrico inquinano l'acqua disponibile e riempiono la fonte. Troppa sabbia intorno alle colture può anche ridurre i nutrienti necessari nel terreno, riducendo così il raccolto. Inoltre, l'uso eccessivo dell'acqua per scopi di irrigazione minaccia l'approvvigionamento riducendo l'acqua disponibile per altri usi. Le palme da dattero, precedentemente menzionate, aiutano anche a prevenire l'inquinamento da sabbia. La comunità spesso pianta questi alberi attorno ai bordi esterni dell'oasi per bloccare i forti venti portatori di sabbia.

Raccomandato

Animali delle montagne dell'Atlante
2019
Cosa significano i colori e i simboli della bandiera dell'ASEAN?
2019
Prima guerra mondiale: fatti e informazioni
2019